calcio

Freuler: “Noi favola? Abbiamo battuto la Juve. E ci è dietro in classifica. Non sono qui per scambiare maglie”

LIVERPOOL, ENGLAND - NOVEMBER 25: Remo Freuler of Atalanta B.C. is challenged by Mohamed Salah of Liverpool during the UEFA Champions League Group D stage match between Liverpool FC and Atalanta BC at Anfield on November 25, 2020 in Liverpool, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Paul Ellis - Pool/Getty Images)

Il centrocampista, come consuetudine non va per il sottile.

Redazione Il Posticipo

L'Atalanta si gioca la finale di Coppa Italia contro la Juventus. E non è una sorpresa considerando l'andamento della Dea negli ultimi anni. Tre qualificazioni in Champions consecutive e due finali di coppa Italia. Quanto basta per essere considerati, come rimarca Freuler, una solida realtà piuttosto che una favola. Tackle su Chiellini. Il centrocampista, come sempre molto diretto, ha parlato della sfida che vale il trofeo in conferenza stampa.

TROFEO - Una finale importantissima per l'Atalanta "Lavoriamo da tantissimo tempo per provare a vincere. Ed alzare un trofeo è un titolo è sempre un'altra cosa. Affrontare la Juventus alla pari? Non c'è un favorito. Se vogliono esserlo loro, per noi va bene. Noi siamo al 100%  è una partita secca, si gioca per vincere". Inevitabile la domanda sulla maglia. "Il solito giochino che fa arrabbiare i tifosi. Se qualcuno vuole la mia maglia può anche prendersela ma non siamo qui per scambiarci le casacche". Piuttosto per vincere. Impresa sinora mai riuscita a Freuler. "Un titolo, per un giocatore, è sempre un valore aggiunto. Chiunque gioca a calcio sogna di alzare un trofeo e per questo sono molto carico".

FINALE - Due finale in tre anni. Ed ha completato, di fatto, tutto il ciclo di Gasperini. Sempre con gol importanti. Fra l'altro la Juventus gli porta bene. "Per i nostri avversari siamo una favola, ma li abbiamo già battuti in campionato e in classifica siamo avanti a loro. Siamo una squadra molto solida e possiamo battere chiunque. La Juventus mi stimola come qualsiasi altra squadra, ma questa è una finale. Credo che l'Atalanta da allora sia cambiata moltissimo. Abbiamo una rosa molto più forte di due anni fa e una consapevolezza diversa. Siamo sicuramente più forti rispetto a quando abbiamo giocato la prima finale che comunque ci ha lasciato un importante bagaglio di esperienza". Tornano i tifosi: "Mi piace molto che siano tornati i tifosi, sono tornati moltissimo".