Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Frattura al cranio per Raul Jimenez, è stato operato in nottata: “Sta bene, grazie a staff medico e chirurghi…”

(Photo by John Walton - Pool/Getty Images)

Il Wolwerhampton vince in casa dell'Arsenal, ma l'interesse di tutti, o quasi, è rivolto alle condizioni di Raul Jimenez, che ha abbandonato il campo dopo pochissimi minuti a causa di uno scontro tremendo con David Luiz. Il centravanti e il...

Redazione Il Posticipo

Il Wolwerhampton vince in casa dell'Arsenal, confermando il momento decisamente altalenante della squadra di Arteta. A prendersi i riflettori, però, non è nè l'ex laziale Pedro Neto, che ha sbloccato il risultato, nè l'altro portoghese Podence, che con un tap-in ha riportato i Wolves avanti dopo il pareggio di Gabriel. L'interesse di tutti, o quasi, è infatti rivolto alle condizioni di Raul Jimenez. Il messicano ha abbandonato il campo dopo pochissimi minuti a causa di uno scontro tremendo con David Luiz. Il centravanti e il difensore hanno fatto testa a testa, ma mentre il brasiliano, seppur fasciato e sanguinante, ha ripreso il posto in campo, per l'attaccante si è temuto il peggio.

PARTITA FERMA - Partita ferma per oltre dieci minuti, con Jimenez privo di conoscenza e le trasmissioni TV che non facevano vedere il replay dello scontro. Ce n'era abbastanza per spaventarsi, anche perchè quando si è riusciti a portare Jimenez fuori dal campo per metterlo in ambulanza, è stato necessario applicare una maschera con l'ossigeno. E mentre i suoi compagni portavano a casa i tre punti, il messicano arrivava in ospedale per ricevere la sua diagnosi: frattura al cranio che, come riporta Goal, lo ha costretto ad essere operato nella notte.  Alla fine, però, tutto bene per il calciatore cercato anche dalla Juventus negli ultimi mesi.

COMUNICATO - A confermarlo lo stesso club, che però spiega che per Jimenez ci sarà bisogno di un po' di riposo. "Raul è stato operato la scorsa notte e sta bene. Ha visto la sua compagna Daniela e ora si sta riposando. Il club vuole ringraziare lo staff medico di Londra e i paramedici dell’ospedale e i chirurgi che sono stati d’aiuto. Il club chiede che venga rispettato un periodo di privacy intorno al giocatore, prima che vengano diffusi altri aggiornamenti”. Insomma, tanta paura e certamente una bella botta per il messicano, oltre che uno spavento anche per David Luiz. Ma l'importante è che entrambi i calciatori non abbiano problemi, perchè per tornare in campo, anche con un caschetto, un modo si trova...