Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Frasi storiche – Calcio e società inclusiva, fra paure e il coraggio di fare coming-out

WATFORD, ENGLAND - FEBRUARY 09: Troy Deeney of Watford argues with referee Lee Probert during the Premier League match between Watford FC and Everton FC at Vicarage Road on February 9, 2019 in Watford, United Kingdom.  (Photo by Richard Heathcote/Getty Images)

Il calcio sembra un ambiente che più di tutti sembra restio ad accettare l’idea di omosessualità.

Redazione Il Posticipo

PAURA

WATFORD, ENGLAND - FEBRUARY 09: Troy Deeney of Watford argues with referee Lee Probert during the Premier League match between Watford FC and Everton FC at Vicarage Road on February 9, 2019 in Watford, United Kingdom.  (Photo by Richard Heathcote/Getty Images)
—  

"Probabilmente c'è almeno un calciatore gay o bisessuale in ogni squadra di calcio.Il problema è che nessuno vuole metterci la faccia per primo".

Troy Deeney è certamente una persona senza peli sulla lingua.  E come capitano del Watford ha posto parecchie domande, anche scomode, durante le riunioni per stabilire il futuro della Premier League. Un ragionamento, quello di Deeney, che fa il paio con quello di molti colleghi sull'argomento: quello del calcio sembra un mondo decisamente complicato per un'ammissione del genere.

COMMOSSO

 LONDON, ENGLAND - DECEMBER 05: Olivier Giroud celebrates his sides victory following the Premier League match between Chelsea and Leeds United at Stamford Bridge on December 05, 2020 in London, England. A limited number of fans are welcomed back to stadiums to watch elite football across England. This was following easing of restrictions on spectators in tiers one and two areas only. (Photo by Daniel Leal-Olivas - Pool/Getty Images)
—  

"Quando ho visto Hitzl­sperger fare coming-out nel 2014 mi sono emozionato.  Capisco la difficoltà nel riuscire a fare coming-out, ma io sono ultra tollerante e quando mi chiedono di sostenere le campagne lo faccio volentieri".

Giroud è uno dei calciatori più sensibili nel mondo del calcio. Ha passato momenti molto delicati dal punto di vista personale e professionale maturando una certa spiritualità. Profondamente religioso e rispettoso delle libertà altrui il centravanti della Francia non si è mai tirato indietro nel sostenere una società quanto più possibile inclusiva. E ha anche indossato volentieri i laccetti color arcobaleno.

OFFESO

 (Photo by Clive Rose/Getty Images)
—  

"Non credo che la cultura del calcio sia pronta. Mi chiamavano '"lesbica" perché portavo i capelli lunghi..."

Hector Bellerin, terzino dell'Arsenal, non è esattamente il prototipo del calciatore con una mentalità chiusa: è vegano, si veste in maniera considerata da molti eccentrica e combatte per i diritti delle persone omosessuali.  E ha ammesso di capire chi ha aspettato solo a  fine carriera di essere omosessuale.  A suo avviso è ancora molto complicato fare un passo del genere mentre si è ancora in campo.

EDUCAZIONE

 Mandatory Credit: Shaun Botterill /Allsport
—  

"Credo sia significativo che nessun calciatore avuto nella mia carriera abbia confessato la propria omosessualità"

Van Gaal è convinto di aver avuto, durante la sua lunghissima carriera, qualche calciatore omosessuale, ma ritiene che i Paesi Bassi siano ancora troppo rigidi e conservatori per accettare questa realtà. L'ex allenatore di Ajax e Barcellona ritiene che alla base di tutto devono esserci istruzione ed educazione: "Dovremmo arrivare al punto da non ritenere l'omosessualità come qualcosa di cui parlare". C'è una disuguaglianza di base che mi spiace davvero. Ho molti gay nella mia cerchia di amici, ma non credo sia importante sottolinearlo, non dovrebbe esserlo".

CORAGGIOSO

 MAINZ, GERMANY - SEPTEMBER 26: Thomas Hitzlsperger, Head Coach of VfB Stuttgart is interviewed prior to the Bundesliga match between 1. FSV Mainz 05 and VfB Stuttgart at Opel Arena on September 26, 2020 in Mainz, Germany. 3,400 fans have been allowed into the stadium as COVID-19 restrictions ease. (Photo by Christian Kaspar-Bartke/Getty Images)
—  

"Sono omosessuale e vorrei aprire un dibattito sull'omosessualità nello sport"

Thomas Hitzlsperger ha trovato la forza e il coraggio di dichiarare la propria omosessualità nel 2014. Un passato in Italia come giocatore della Lazio, non esattamente un’esperienza indimenticabile in biancoceleste. Resta però uno dei pochi calciatori che ha trovato il coraggio di esporsi all’interno di un ambiente che più di tutti sembra restio ad accettare l’idea di omosessualità.