FRASI STORICHE – “Zorro” Boban: parole che lasciano il segno come una spada…

FRASI STORICHE – “Zorro” Boban: parole che lasciano il segno come una spada…

A un passo dall’addio dal Milan. Boban, nella sua carriera da giocatore e poi da dirigente, non si è mai tirato indietro, anche quando ha dovuto parlare di argomenti scomodi. 

di Redazione Il Posticipo

Guerra

C’è un dato storico che nessuno può negare. La guerra l’hanno iniziata loro, i serbi, bombardando le nostre città. Purtroppo ogni guerra è orribile, e anche noi abbiamo le nostre colpe, però trovo allucinante che qualcuno abbia avuto il coraggio di paragonare Tudjman a Milosevic.

La personalità, a un che si fa soprannominare Zorro, non può mancare. Un giovanissimo Boban durante un accesissima sfida fra Stella Rossa e Dinamo Zagabria. La sfida si gioca il 13 maggio 1990 quando esiste ancora la Jugoslavia. In campo, però, scende la politica. Non è calcio. Si gioca serbi contro croati. Si accendono i disordini e la polizia croata lascia correre un po’ troppo. Boban rischia l’arresto colpendo con un calcio un poliziotto croato. E quando racconta quella giornata, non ha peli sulla lingua. Ho reagito a una grande ingiustizia, così chiara che uno non poteva rimanere indifferente. Quando il poliziotto mi ha colpito, ho risposto”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy