FRASI STORICHE – Auguri a Materazzi, uno che va in tackle anche con la… lingua

FRASI STORICHE – Auguri a Materazzi, uno che va in tackle anche con la… lingua

Materazzi soffia sulle 47 candeline. Il difensore ex Inter è sempre stato molto “tranchant” come in campo, così fuori.

di Redazione Il Posticipo

TESTATA

BERLIN – JULY 09: Marco Materazzi (L) of Italy lies injured on the pitch, after being headbutted in the chest by Zinedine Zidane of France during the FIFA World Cup Germany 2006 Final match between Italy and France at the Olympic Stadium on July 9, 2006 in Berlin, Germany.
(Photo by Ben Radford/Getty Images)

“Ho perso mia madre che era giovane e non mi permetterei mai di offendere la madre di qualcun altro. Semmai la sorella.  Zidane? Non gli porto rancore e mai lo farò. Quella frase ha cambiato la mia vita? No, ciò che ha cambiato la mia vita sono stati i due gol“.

Tanti auguri Materazzi. L’ex difensore dell’Inter e della nazionale compie 47 anni. La sua figura resta legata a un immagine. La famosa “testata” su cui si sono spesi fiumi d’inchiostro. La realtà raccontata dallo stesso Materazzi in più interviste, è che il difensore azzurro offese la sorella del francese. Poi l’episodio che ha cambiato i destini del Mondiale e anche quello di Materazzi, che entra due volte nel tabellino dei marcatori di quella finale. Suo il gol dell’1-1 e anche la trasformazione dal dischetto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy