Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

FRASI STORICHE – Calcio e Covid: chi lo sfida, chi lo soffre, chi lo ritiene un affare…

(Photo by Simon Hofmann/Getty Images for Laureus)

Gallliani ricorda la sua lotta contro il Covid-19. Una pandemia che ha colpito tantissimi calciatori. E c'è chi la vede a modo suo.

Redazione Il Posticipo

KILIMANGIARO

 ISTANBUL, TURKEY - FEBRUARY 26: Mario Balotelli of Liverpool looks across as Brendan Rodgers manager of Liverpool as he is substituted during the UEFA Europa League Round of 32 second leg match between Besiktas JK and Liverpool FC on February 26, 2015 in Istanbul, Turkey. (Photo by Richard Heathcote/Getty Images)
—  

"Non avevo forze, camminare mi pesava  come dover scalare il Kilimangiaro".

Calcio e covid -19. La variante Delta si fa sentire. E anche i governi iniziano a moversi. Riguardo il vaccino e il contagio, in tanti hanno visioni diverse.  Galliani ha sofferto molto a tal punto da da pensare i non farcela. E ha ritrovato la fede. Anche Brendn Rodgers se l'è vista brutta. Il manager del Leicester City ha rivelato, in una intervista riportata dalla BBC di aver contratto il Covid-19. Una esperienza che lo ha segnato moltissimo. Anche perché vi sono stati giorni davvero difficili in cui non riusciva né a respirare né a camminare e persino riuscire a compiere pochi passi sembrava una impresa. Come scalare una delle montagne più alte del mondo.  Momenti davvero complicati per lui.

ATTENZIONE

 (Photo by Jason Cairnduff - Pool/Getty Images)
—  

"Mi raccomando, fate attenzione e seguite tutte quante le regole per proteggere voi stessi e i vostri cari e evitare una seconda ondata del virus Covid-19. Io tornerò più forte di prima".

Anche Manè è risultato positivo al coronavirus e lo ha annunciato attraverso un post sul suo profilo Instagram. A suoi quasi otto milioni di follower il senegalese spiega di non avere troppi problemi. E come consuetudine l'attaccante africano non si smentisce mai, piuttosto che pensare a se stesso preferisce utilizzare il suo annuncio...come un servizio pubblico. Parole che purtroppo si riveleranno profetiche.

AFFARE

 13 Dec 1992: Hristo Stoichkov (right) of Barcelona and Adilson of Sao Paulo in action during a Toyota European Cup match. Sao Paulo won the match 2-1. Mandatory Credit: Shaun Botterill/Allsport
—  

"È un virus ben pensato per persone specifiche. Vedremo se col vaccino la questione si risolverà immediatamente. Io sto attento il triplo di prima, non mi credo diverso perché mi chiamo Stoichkov. C'è gente che dice che non esiste, ma parla tanto per parlare e nessuno dice la realtà di quel che è: un affare"

Stoichkov non è mai banale. Il centravanti che ha scritto la storia della Bulgaria non è affatto un negazionista. Le sue parole però lo avvicinano alle schiere dei complottisti, di coloro che ritengono il covid un qualcosa di costruito appositamente. Dichiarazioni che hanno fatto discutere ma non è certo una novità quando c'è di mezzo Hristo, la cui... parola scatena spesso putiferi mediatici.

ANDIAMO AVANTI

(Photo by Simon Hofmann/Getty Images for Laureus)
—  

"Il virus non è un problema per chi è giovane e in salute. Il vaccino è solo una speranza, non possiamo chiudere tutto..."

La polemica, si sa, è il suo mestiere. E quindi Jens Lehmann non si sottrae a quello che ormai sembra diventato il suo nuovo ruolo: l'avversario del lockdown. L'ex portiere, con un'esperienza non indimenticabile anche in Serie A, quando in Bundesliga si sta per ripartire, nonostante qualche caso di coronavirus nella seconda divisione, invita a scendere in campo e di andare avanti. Del resto, il suo punto di vista è chiaro: se si deve convivere con il virus, ci si convice.

TU NON SEI IBRA

 (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)
—  

"Il virus mi sfida, una pessima idea, ma tu non sei Ibra, non sottovalutare il virus"

Ibrahimovic ha combattuto la battaglia con il Covid, che non gli ha creato grossi problemi. L'attaccante svedese, a modo suo, ha trovato il modo di tranquillizzare i fans spiegando che il Covid aveva avuto una pessima idea. Dopo averlo superato, però, si è prestato a una campagna di sensibilizzazione con la regione Lombardia per invitare alla prudenza e alla prevenzione contro la diffusione del covid-19.