Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

FRASI STORICHE – Gattuso: duro, onesto e coerente

FRASI STORICHE – Gattuso: duro, onesto e coerente

Gennaro Gattuso, a un passo dall'addio al Napoli. La sua storia è sempre stata all'insegna della coerenza.

Redazione Il Posticipo

I CONTI ALLA FINE

 (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)
—  

"A me possono dire di tutto. L'importante è che non si manchi di rispetto"

Gennaro Gattuso è un uomo vero, come le emozioni che non trattiene e che trasmette in ogni partita. Dopo la sfida contro il Verona ha lasciato Napoli e il Napoli. E poi ha preso e lasciato la panchina di Firenze dopo incomprensioni con la dirigenza. E ha risposto per le rime anche ai tifosi del Tottenham. Minimo comune denominatore, il rispetto. Negli addii, nei rinnovi e negli addii...

Ci vediamo dopo...

—  

"Tutti possono mandarmi a quel paese, ma poi quando siamo in una stanzina vediamo. Ne parleremo nello spogliatoio nella mia lingua, ché qua in televisione non si può..."

Negli ultimi tempi al Milan Gattuso si prende il lusso di una lite con Bakayoko. Lo screzio è pesantissimo. L’allenatore calabrese mantiene il sangue freddo e “rimanda” la contesa con il colosso, ma conoscendo la “verve” del tecnico del Napoli, chissà cosa è successo poi nello spogliatoio rossonero. La prova che però il tecnico non serbi rancore è nell'arrivo dell'ex rossonero proprio al Napoli scelto anche dopo aver parlato a lungo con il suo ex allenatore.

PISA

 PISA, ITALY - OCTOBER 25: Head coach Gennaro Gattuso of Pisa stops the ball during the Serie B match between AC Pisa and Hells Verona at Arena Garibaldi on October 25, 2016 in Pisa, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images for Lega Serie B)
—  

"Questa situazione mi fa star male, coi ragazzi voglio essere onesto e con loro parlo più di problemi economici che di calcio. non ci siamo, qualcuno della proprietà deve farsi vedere e chiarire una volta per tutte"

Gattuso, fra i suoi pregi, ha quello di avere un rapporto schietto e sincero con i giocatori. E di difenderli sempre davanti alle telecamere. Memorabile quanto accade nel dopo partita contro il Frosinone, denunciando pubblicamente tutte le difficoltà che sta sopportando insieme ai suoi calciatori invitando la società a prendere una posizione chiara. Uno sfogo passato alla storia.

MALAKIA

 ST VEIT AN DER GLAN, AUSTRIA - JULY 13: Coach Gennaro Gattuso answers questions during a press conference after a US Citta di Palermo pre-season training session at Sportzentrum on July 13, 2013 in Sankt Lambrecht near St Veit an der Glan, Austria. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)
—  

"Quello che scrivono sui giornali sono caz**te, s**t, malakia. I want my players play with balls... and heart. Me work 12 hours a day, ma sento malakia everyday".

In quanto a difficoltà, Gattuso non si è mai fatto mancare niente. Prima del Milan c'è stato l'OFI Creta. La sua esperienza in Grecia non è stata memorabile ma indimenticabile sì.  In conferenza stampa pugni sui tavoli, urla contro tutto e tutti dopo un periodo duroQuella volta Rino ha spiegato la situazione del club in più lingue:  Una ringhiata...poliglotta.

NEDVED

 MILAN, ITALY - DECEMBER 1: Pavel Nedved of Juventus Gennaro Gattuso of AC Milan in action during the Serie A match between AC Milan and Juventus at the San Siro stadium on December 1, 2007 in Milan, Italy. (Photo by New Press/Getty Images)ù
—  

"Stai su"

Gattuso ringhia anche quando ritiene non si stia giocando con la dovuta sportività. Lui, duro ma corretto, ha un incontro piuttosto ravvicinato con Nedved durante una sfida biancorossonera decisiva ai fini dello scudetto 2005/2006. Il ceco cade a terra dopo un contrasto e Gattuso non la prende benissimo invitandolo con un memorabile. "Stai su".