Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Francia, tutti contro Neymar: “Catastrofico, egoista, una delusione”

 (Photo by David Ramos/Getty Images)

Si dice che nella vita ci si abitui quasi a tutto, ma certe delusioni restano indimenticabili e Neymar ormai ne sta facendo collezione. E in Francia, dopo l'eliminazione del PSG per mano del Manchester City, è l'ora della resa dei conti col...

Redazione Il Posticipo

Si dice che nella vita ci si abitui quasi a tutto, ma certe delusioni restano indimenticabili, anche se ormai Neymar con le sue potrebbe scrivere un libro e anche abbastanza lungo. Lo scorso anno il brasiliano e il Paris Saint-Germain sono arrivati a un passo dal sogno Champions League, prima di essere risvegliati dal gol di Coman. In questa stagione O Ney ci ha riprovato e fino alla semifinale contro il Manchester City è anche stato uno dei migliori dei suoi nella cavalcata europea, al punto che per la prima volta si parlava apertamente della possibilità che il verdeoro riuscisse a portare a casa il Pallone d'Oro. Ma la doccia fredda targata Guardiola cambia tutto, soprattutto in Francia.

PERSO - La prestazione di Neymar nel match dell'Etihad ha infatti scatenato la stampa transalpina, che forse a questo punto...quasi non vedeva l'ora di trovare un capro espiatorio per l'ennesimo fallimento del PSG in Europa. E considerando che il cocco di casa (ma ormai neanche troppo) Mbappè non è sceso in campo per un infortunio, era ovvio che le critiche arrivassero copiose, ma soprattutto che fossero tutte dirette al brasiliano. "Un genio senza idee", titola Le Parisien, che spiega che O Ney "si è completamente perso in semifinale". Anche L'Equipe non le manda certo a dire: "Non ha fatto alcuna differenza con le sue giocate e non è mai riuscito ad avere la meglio contro Walker. Una delusione". E il voto è di quelli indicativi: 3.

CATASTROFICO - Ma a gettare la croce sulle spalle di Neymar è FranceFootball, il che non depone certo a favore della candidatura del brasiliano al Pallone d'Oro. "Era davvero necessario toccare il pallone sei volte ogni volta che gli arrivava? Neymar ha rivelato il suo lato oscuro contro il City, è stato insopportabile, voleva fare tutto da sè. Senza Mbappè, aveva deciso che il destino della partita sarebbe dipeso solo da lui. Con solo lui al centro del mondo, ha disgustato i compagni servendoli raramente e ha sprecato una quantità assurda di buoni palloni. E a questo egocentrismo va aggiunto un finale orribile, in cui cercava di far male ai Citizens. Tutti i parigini si sono arresi, compreso lui, che doveva essere il leader. Ma si è fatto di nuovo trascinare dalle sue emozioni ed è stato catastrofico". E chissà che non sia l'ultima pagella di Champions del brasiliano con la maglia del PSG...