Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Mbappé, nuovo boicottaggio agli sponsor della nazionale francese

Mbappé, nuovo boicottaggio agli sponsor della nazionale francese - immagine 1
Il calciatore del PSG, come riportato in un comunicato all'AFP, non ha voluto partecipare al primo servizio fotografico con gli sponsor della sua nazionale.

Redazione Il Posticipo

Kylian Mbappé ha rifiutato di partecipare a un evento pubblicitario per la nazionale francese e lo ha rifatto. Il calciatore del PSG, come riportato in un comunicato all'AFP, non ha voluto partecipare al primo servizio fotografico con gli sponsor della sua nazionale. "Kylian Mbappé ha deciso di non partecipare alla sessione fotografica in programma per questo martedì con la squadra francese dopo il rifiuto della Federazione di modificare il contratto sui diritti d'immagine dei giocatori".

QUESTIONE

La vicenda non è affatto inedita. Affonda le radici nella scorsa primavera quando l'attaccante francese, d'accordo con il suo legale, ha preso posizione sui diritti d'immagini. Il talento di Bondy ritiene che i giocatori dovrebbero avere il diritto di poter controllare i marchi a cui sono associati. Tuttavia, la Federcalcio francese non prevede, al momento, di apportare una variazione rispetto agli sponsor che sponsorizzano l'attuale campione del mondo. L'organo più alto del calcio francese non cambierà un solo briciolo del contratto di sponsorizzazione a cui devono aderire i giocatori convocati per i Mondiali del Qatar. Dopo un incontro annullato a marzo, Noël Le Graet, presidente della Federcalcio francese, ha avuto un incontro a giugno con la madre di Mbappé e il suo avvocato, Delphine Verheyden, senza avanzare posizioni di rilievo.

ATTESA

Noël Le Graet aveva programmato di tenere un incontro per parlare di diritti d'immagine, ma considerato quanto accaduto dovrà accelerare la cosa vista la risposta immediata di Mbappé. I diritti di immagine, fra l'altro, rappresentano un aspetto cruciale nella trattativa per il rinnovo di Mbappé con il PSG, concretizzatasi nel mese di maggio. Mbappé ha anche precisato attraverso una dichiarazione che la Federcalcio aveva assicurato che i contratti dovevano essere modificati: "Era stato assicurato che questo accordo, redatto nel 2010, doveva essere modificato per stare al passo con l'evoluzione dello sport e le modalità della Comunicazione. Gli incontri si intensificheranno per raggiungere una nuova versione dell'accordo prima della prossima Coppa del Mondo”. Questo rapporto non è stato convalidato dalla Federcalcio francese. E con ogni probabilità non ci sarà il tempo necessario per convalidarlo prima della Coppa del Mondo per la rabbia del fuoriclasse del PSG.