Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Francia, i numeri suggeriscono di chiudere entro i 90′ o i 120′ con la Svizzera: se si va ai rigori Lloris…

LYON, FRANCE - JUNE 26:  Robbie Brady (2nd R) of Republic of Ireland converts the penalty to score the opening goal past Hugo Lloris (1st R) of France during the UEFA EURO 2016 round of 16 match between France and Republic of Ireland at Stade des Lumieres on June 26, 2016 in Lyon, France.  (Photo by Lars Baron/Getty Images)

Obiettivo numero uno, dunque evitare che la sfida si protragga ai supplementari. Tassativo, invece, evitare i rigori.

Redazione Il Posticipo

Francia - Svizzera è un ottavo di finale che i blues sperano di risolvere presto e bene. I numeri raccontano che questa sfida è spessa finita con un pareggio, proprio come nella fase a gironi di Euro 2016. Obiettivo numero uno, dunque evitare che la sfida si protragga ai supplementari. Tassativo, invece, evitare i rigori. Come riporta le Parisien, i tiri dal dischetto rappresentano il punto debole di Lloris.

STORICO -  La Francia è entrata nella storia del torneo contro il Portogallo. Si tratta della prima nazionale a subire due rigori durante lo stesso incontro di un Euro. Cristiano Ronaldo come spesso accade, è stato infallibile. E Hugo Lloris con altrettanta puntualità, è andato dall'altra parte. Il portiere, quando indossa la maglia della nazionale... perde i poteri. Nel Tottenham ne para uno su cinque. Dal suo debutto in nazionale nell'autunno del 2008, il capitano francese è stato chiamato in causa per neutralizzare la conclusione dal dischetto in 20 occasioni. E non è andata benissimo: 18 tentativi andati a segno. A peggiorare la situazione, l'ultima stagione. Lloris non è riuscito a respingere nessuno degli 11 rigori subiti dagli spurs.

MAIGNAN - Ben diverso, invece, il rendimento di Maignan che ha una percentuale molto più alta. 33,8% di rigori neutralizzati. Quasi uno su tre. Nella fase ad eliminazione diretta che potrebbe concludersi con una soluzione sconsigliata ai più sensibili,  è indispensabile anche osservare certi numeri. Del resto, Van Gaal è arrivato a giocarsi una semifinale mondiale con l'Olanda sostituendo il portiere prima della serie finale dei calci di rigori. Un pensiero che potrebbe anche passare per la testa di Deschamps. Anche perché il portiere della Svizzera, Yann Sommer, non è esattamente l'ultimo arrivato. Non più di qualche mese fa, specificatamente il 14 novembre 2020, è riuscito a ipnotizzare per ben due volte uno specialista come Sergio Ramos. Resta però anche da capire come potrebbe reagire Lloris in caso di soluzione dal dischetto. Sebbene le sue statistiche non siano eccezionali, non ha mai avuto bisogno di... testarsi. L'estremo difensore, infatti, non si è mai ritrovato, con la Francia, nella condizione di giocarsi una sfida a eliminazione diretta dal dischetto.