Francia, è di nuovo caso-Rabiot: mamma Veronique fa saltare il ritorno in nazionale dello juventino

Francia, è di nuovo caso-Rabiot: mamma Veronique fa saltare il ritorno in nazionale dello juventino

La FFF aveva in programma una riunione tra Rabiot e Noël Le Graët, presidente federale, per parlare di un argomento abbastanza spinoso: il possibile ritorno dello juventino in nazionale. Ma Mundo Deportivo spiega che alcune pretese della signora Veronique, madre e agente del bianconero, hanno fatto saltare tutto.

di Redazione Il Posticipo

Si parla ancora di Rabiot e, abbastanza poco sorprendentemente, di sua madre Veronique. La signora è da sempre l’agente di suo figlio e spesso e volentieri fa direttamente da portavoce del centrocampista della Juventus. La sua presenza è a volte stata fonte di tensioni durante le trattative, come quella con il rinnovo con il PSG, naufragata dopo una litigata con la società transalpina, ma anche quella con il Barcellona, saltata per delle pretese ritenute assurde da parte della dirigenza catalana. Tanto per non farsi mancare nulla, ora arrivano anche nuove tensioni con la federazione francese.

NAZIONALE – Come riporta Mundo Deportivo, la FFF aveva in programma un riunione tra Rabiot e Noël Le Graët, presidente federale, per parlare di un argomento abbastanza spinoso: il possibile ritorno dello juventino in nazionale. Il centrocampista, 25 anni, ha giocato con Les Bleus solo sei partite e ha rotto i ponti con Deschamps nel 2018, quando il suo nome è stato inserito tra le riserve della rosa che poi avrebbe vinto il mondiale. Un qualcosa che al calciatore (e a sua madre) non è andata giù e che ha creato una rottura difficilmente sanabile, soprattutto dopo le accuse incrociate tra mamma Veronique e Le Graët.

TUTTO SALTATO – Ora però la federazione sembrava intenzionata a parlare con Rabiot e a valutare il suo rientro a disposizione, ma Mundo Deportivo spiega che la signora Veronique ha fatto saltare l’incontro. La FFF spiega che la madre dello juventino non ha parlato direttamente con il presidente e che la riunione non c’è stata perchè la genitrice del calciatore voleva presentarsi senza suo figlio. Di fronte al no di Le Graët, sembrava tutto pronto per un confronto tra le due parti, ma alla presenza del bianconero. Alla fine, però, la federazione e Rabiot non si sono visti. In ogni caso, mamma Veronique continua sempre a fare notizia…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy