Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Francia, che attacchi a Neymar e al PSG: “Non esiste al mondo un giocatore così odiato. E il club è un circo!”

MANCHESTER, ENGLAND - NOVEMBER 24: Neymar of Paris Saint-Germain reacts after a missed chance during the UEFA Champions League group A match between Manchester City and Paris Saint-Germain at Etihad Stadium on November 24, 2021 in Manchester, England. (Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

Quella Ville Lumiere che doveva rappresentare la consacrazione, per il brasiliano è finora una terra di delusioni e di contrasti. E di attacchi senza peli sulla lingua.

Redazione Il Posticipo

Neymar, sempre Neymar, fortissimamente Neymar. Il verdeoro, sia in campo che fuori, non smette di fare notizia. A trent'anni, però, il brasiliano deve decidere cosa vuole fare...da grande. Il passo da possibile campionissimo a talento mondiale mai del tutto esploso può essere breve. Del resto O Ney, dentro e fuori dal terreno di gioco, riesce sempre a essere tutto e il suo contrario. Del resto, a dimostrarlo c'è la sua carriera: luminosa, ma anche costellata di vizi, eccessi e...capricci. Tutte questioni che lo hanno portato spesso a essere criticato, soprattutto da quando si è trasferito in Francia, al Paris Saint-Germain. Quella Ville Lumiere che doveva rappresentare la sua consacrazione è finora una terra di delusioni e di contrasti. E di attacchi senza peli sulla lingua.

ODIATO - L'ultimo arriva dal giornalista francese Daniel Riolo, collaboratore di RMC, che non si è certamente fermato troppo a pensare ai sentimenti di O Ney quando ha dato il suo parere su di lui... "Non solo abbiamo fatto marcire questo calciatore, ma lo abbiamo trasformato in un mostro. È diventato un mostro che, inoltre, non è neanche più un calciatore. Vi rendete conto di quello che rappresenta? Lo stipendio più alto nella storia del club, il calciatore che doveva portarti dove prima nessuno era riuscito... Ma oggi come oggi, questo giocatore è odiato ovunque. Il suo atteggiamento, i suoi capricci, tutto quello che fa, non esiste un calciatore così odiato, non può esistere. Non credo che ci sia mai stato un giocatore odiato come Neymar". Parole forti...

CIRCO - Del resto, lo stesso Riolo non si è trattenuto neanche nei confronti della squadra e della società, considerando che nel suo editoriale sul sito di RMC ha spiegato che "il PSG non è più un club, è un circo", prendendosela in particolare con Al-Khelaifi per la sua politica di portare stelle al Parco dei Principi senza pensare davvero a ciò di cui i tanti allenatori che sono passati avevano bisogno. Ma il simbolo del fallimento resta Neymar, che secondo il giornalista sta per terminare la sua traiettoria a Parigi nonostante un contratto ancora molto lungo. "Non lo terranno ancora molto, è arrivato il finale, non lo sopporta nessuno. Nessuno lo può più vedere, tanto in Brasile quanto in Francia". E la polemica, come sempre, è servita.