Francia, Aulas chiede la cancellazione della stagione causa coronavirus e Payet risponde: “Misurategli la febbre, presto!”

Francia, Aulas chiede la cancellazione della stagione causa coronavirus e Payet risponde: “Misurategli la febbre, presto!”

Payet continua la sua battaglia a distanza con il presidente del Lione Aulas e regala via Twitter una battuta di dubbio gusto nei suoi confronti. Certo, il trequartista gioca con il Marsiglia e l’OL è l’acerrimo rivale della sua squadra, ma forse la salute era il caso di lasciarla fuori.

di Redazione Il Posticipo

Che si giochi oppure no, il momento per il calcio mondiale è abbastanza caotico per colpa del coronavirus. E va bene che anche nelle peggiori situazioni si deve saper ridere, ma alcuni comportamenti dei protagonisti del pallone hanno lasciato abbastanza a desiderare. Prima c’è stato Diego Costa, che ha finto di tossire addosso ai giornalisti dopo la partita tra Atletico Madrid e Liverpool. E ora c’è Payet, con una battuta di dubbio gusto nei confronti del presidente del Lione Aulas. Certo, il trequartista gioca con il Marsiglia e l’OL è l’acerrimo rivale della sua squadra, ma forse la salute era il caso di lasciarla fuori.

CANCELLAZIONE – Tutto nasce da un’intervista del numero uno del Lione a Le Monde, in cui Aulas auspicava non solo una sospensione immediata del campionato, un’idea poi accolta, ma anche la cancellazione totale della stagione, per non dover riprendere a giocare quando il virus sarà indebolito ma magari non debellato. “La cosa più logica sarebbe cancellare tutto e ripartire con la stessa situazione che avevamo all’inizio di questa stagione”. Una proposta che, arrivando dal presidente dell’unione delle squadre di Ligue 1, potrebbe essere accolta dall’organizzazione del torneo e anche dalla federazione francese. Un’idea che a Payet però non va per niente bene.

RISPOSTA – Il suo Marsiglia è attualmente secondo, ma in caso di cancellazione totale della stagione si vedrebbe privato della qualificazione alla Champions. E a guadagnarci sarebbe il Lione, attualmente fuori dalla lotta per l’Europa che conta. E quindi, attraverso Twitter, il calciatore ha detto la sua sulla proposta di Aulas, tra hashtag e battute fuori luogo: “Ma dice sul serio? Misurategli la febbre, presto! Qual è la classifica dopo 28 giornate? Ah ok, ho capito, bel tentativo”. Insomma, per Payet quello del presidente del Lione è un tentativo di sfruttare il coronavirus per cancellare una stagione storta. Ma qualcuno lo bacchetta. “Un po’ di rispetto, per favore”. In effetti, con un’epidemia in corso, parlare di febbre non è esattamente il caso…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy