Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Fowler difende CR7: “La lealtà è una strada a doppio senso, Cristiano merita di più dal Manchester United”

Fowler difende CR7: “La lealtà è una strada a doppio senso, Cristiano merita di più dal Manchester United” - immagine 1
L'ex attaccante del Liverpool difende Ronaldo a spada tratta, spiegando perchè, dal punto di vista del calciatore, la volontà di lasciare il Manchester United è del tutto comprensibile.

Redazione Il Posticipo

La situazione Cristiano Ronaldo continua a tenere banco a Manchester. Lo United ha detto che il portoghese non è in vendita, ma nel contempo il cinque volte Pallone d'Oro non è neanche con la squadra, partita per una tournée in Asia e Australia. Le critiche non sono mancate al portoghese, soprattutto sul fatto di voler trovare un'altra squadra per giocare la Champions League, considerando che i Red Devils scenderanno invece in campo in Europa League. Ma CR7 trova un alleato molto inatteso: Robbie Fowler. L'ex attaccante del Liverpool, parlando nella sua rubrica sul Mirror, difende Ronaldo a spada tratta, spiegando perchè, dal punto di vista del calciatore, la volontà di lasciare il Manchester United è del tutto comprensibile.

Comprato per segnare

"Ronaldo è sotto il fuoco delle critiche e penso che non sia giusto. Quando è tornato a Old Trafford, pensava che con i suoi gol la squadra, che era finita seconda in Premier League, poteva fare una buona stagione. Lui è stato il capocannoniere con 24 gol, quindi ha tenuto fede all'accordo, ma il fatto che la squadra sia crollata non è certamente colpa sua, anche se molti lo hanno subito accusato. Dicono che non pressa, non torna, ma Ronaldo non lo ha mai fatto e non lo farà certo a 37 anni. Ha fatto quello per cui è stato comprato, segnare. I compagni lo hanno deluso e io non sarei arrabbiato con lui se vuole andare altrove a giocare la Champions League". Insomma, CR7 e lo United si sono...rimessi insieme con degli obiettivi e non sono stati centrati, dunque, giusto un addio.

Lealtà non in discussione

E sul fatto che il portoghese sembri...abbandonare la nave nel momento peggiore, Fowler non è d'accordo. "Ronaldo ha il suo ego e la Champions League è l'unica competizione che abbia mai conosciuto, non gli si può fare una colpa se non è contento di essere in Europa League. Non è quello per cui è tornato a Manchester. Certo, deve comunque essere realistico sul suo stipendio. Non molti possono permetterselo, ma se trova una squadra che fa la Champions e accetta un taglio all'ingaggio, buona fortuna a lui. Mettono in discussione la sua lealtà, ma il fallimento dello United della scorsa stagione non è colpa sua. La lealtà è una strada a doppio senso e mi fa arrabbiare quando in queste situazioni tutti se la prendono col giocatore. Ronaldo merita più di questo dallo United". Concetti che certamente trovano eco nel numero 7. Ma decisamente meno allo United...