Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Foster racconta i personaggi più strani visti in campo: “Diego Costa è un topo disgustoso, Suarez è un po’ così anche lui. E Vidic era un malato…”

 (Photo by David Ramos/Getty Images)

Giocare in un grande club significa avere a che fare con i migliori campioni del mondo del calcio. Ben Foster è stato a lungo sotto contratto con il Manchester United. E nonostante non sia mai stato titolare indiscusso, ha avuto la possibilità...

Redazione Il Posticipo

Giocare in un grande club significa avere a che fare giorno dopo giorno con i migliori campioni del mondo del calcio. Che sia in allenamento come compagni o in partita come avversari, la possibilità di confrontarsi con i più forti è certamente qualcosa che non capita a tutti. Ben Foster, portiere del Watford, è stato a lungo sotto contratto con il Manchester United. E nonostante non sia mai stato il titolare indiscusso, ha avuto la possibilità di scendere in campo e conoscere personaggi decisamente particolari. Al punto che la descrizione di alcune delle stelle del pallone, fatta durante una serie di domande per il suo canale Youtube, The Cycling GK, è decisamente inaspettata.

COSTA E SUAREZ - A un portiere, c'è qualcosa che viene puntualmente chiesto: qual è l'attaccante contro cui è peggio giocare. Ma se molti rispondono con il nome di chi gli ha segnato più gol, Foster decide di prendere la domanda alla lettera e spiega quali sono i centravanti che...danno più fastidio. "È un'ottima domanda e la risposta è Diego Costa, perchè era solamente un disgustoso topo. Tutto quello che faceva era grugnire e graffiare e non ti lasciava in pace, non ti dava un attimo di respiro. E anche Luis Suarez era un po' così, era tremendo giocarci contro, ti prendeva a calci, ti graffiava, qualsiasi cosa. Ma parliamo di vincenti, puri giocatori vincenti. E sono calciatori che vuoi avere nella tua squadra, dei veri e propri animali".

 (Photo by Claudio Villa - Inter/Getty Images)

KEANE E VIDIC - Di gente del genere, Foster ne ha conosciuta anche ai tempi dello United. Dove, quando è arrivato lui, c'era ancora un certo irlandese dal carattere non proprio tranquillo. "Ho giocato allo United un po' di tempo con Roy Keane e mi spaventava da morire. Era un tizio davvero spaventoso". Ma anche una vecchia conoscenza del campionato italiano non scherzava in quanto a stranezza. "E anche Nemanja Vidic era un po' un malato, ad essere onesti. Posso dirvi che avrebbe messo la testa davanti allo scarpino di un avversario in tutta tranquillità, se questo fosse servito a evitare di subire un gol". Insomma, gente disposta davvero a tutto pur di vincere. E si capisce bene perchè tutti quelli nominati da Foster sono a modo loro diventati leggenda...

Potresti esserti perso