“Forget me not”: Schelotto, l’eroe dimenticato, corre nel campo della…moda

Da eroe per caso nerazzurro di un derby della Madonnina a…imprenditore di successo. Il trasferimento in Premier League ha offerto a Schelotto molte più opportunità di quante potesse immaginare…

di Redazione Il Posticipo

Un giramondo del pallone che si ferma…in un porto di mare. In fondo ha senso che Ezequiel Schelotto abbia subito il fascino di Brighton, delle sue spiagge e del suo clima. Un po’ meno senso lo ha vederlo a che fare con…vestiti, accessori, buste e clienti. No, l’ex difensore dell’Inter, che ha segnato uno dei gol più inattesi e quindi memorabili degli ultimi derby della Madonnina, non ha smesso di giocare. Ma siccome di campo ne vede poco  tanto vale trovarsi qualcosa da fare. E chi si ricorda i suoi variegati outfit di quando giocava in Italia non sarà per nulla sorpreso di vederlo attivo nel mondo della…moda.

ARGENTINA – Forget Me Not, non ti scordar di me. Di chi, o di cosa non bisogna dimenticarsi? Ovviamente dell’Argentina! La boutique appena aperta dall’ex ala ormai diventata terzino vende infatti capi di alta moda provenienti dal paese sudamericano. Considerando l’alta quantità di giocatori dal passaporto albiceleste nella Premier League, Schelotto può quindi già contare su una buona clientela di base. Come riporta il Sun, persino la signora Messi  apprezza molto i capi proposti, al punto che, scherzando, l’argentino può cominciare a programmare l’arrivo della Pulce…in Inghilterra!  Evidentemente, chiosa il tabloid britannico, i due anni passati a Milano, capitale della moda, hanno decisamente ispirato il calciatore…

SCONTI – Questa scelta non significa che Schelotto abbia deciso di mettere radici a Brighton. Nulla è definitivo. “Amo la città, la gente di qui e i tifosi. Ma questo business potrà seguirmi ovunque deciderò di andare”.  Intanto però si fanno buoni affari, anche grazie ai compagni di squadra che portano le loro signore a fare compere dall’argentino e sebbene qualcuno si lamenta che le mogli spendono di più, gli affari…sono affari.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy