Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Follia Drinkwater: l’ex Leicester prende a calci un avversario sedicenne in una partita del Chelsea under-23

(Photo by Justin Setterfield/Getty Images)

La carriera di Danny Drinkwater ha preso una piega che nessuno si aspettava, quando con il Leicester di Claudio Ranieri ha scritto la storia del calcio inglese. E oggi non è più il benvoluto nemmeno nelle partite della squadra riserve del...

Redazione Il Posticipo

Dalle stelle alle stalle: la carriera di Danny Drinkwater ha preso una piega che nessuno si aspettava nel lontano 2015-16, quando il Leicester di Claudio Ranieri ha scritto la storia del calcio inglese vincendo un titolo forse irripetibile. Il centrocampista ha poi lasciato le Foxes. Strapagato da Chelsea di Antonio Conte è finito ai margini del progetto dei Blues prima con Maurizio Sarri e poi anche con Frankie Lampard. Il centrocampista è andato in prestito per tornare a giocare, ma anche in quel caso le cose non sono andate benissimo. E oggi non è più il benvoluto nemmeno nelle partite della squadra riserve, dopo quello che ha combinato nel match tra il Chelsea e il Tottenham Under 23.

INTERVENTO DURO - Il maggior tema di interesse della partita era il ritorno in campo dopo 18 mesi di Petr Cech, che a ottobre è stato registrato come portiere d'emergenza dai Blues e che quindi sta cercando di tenersi pronto nel caso a Lampard servisse il suo aiuto. Ma a finire sotto i riflettori è stato proprio Drinkwater, protagonista di una scena che ha fatto infuriare un po' tutti. L'ex Leicester è infatti stato espulso per aver preso a calci...un avversario di 16 anni. Come spiega il Sun, il centrocampista ha ricevuto un intervento non proprio tenero da parte di Alfie Devine, giovane stella del vivaio degli Spurs. Un qualcosa che in carriera gli sarà accaduto spesso, visto anche il ruolo.

 (Photo by Harry Trump/Getty Images)

FALLO DI REAZIONE - Eppure Drinkwater...non ci ha visto più e ha fatto il più classico dei falli di reazione: calcione all'avversario, con tanto di parapiglia che si accende tra le due squadre e rosso inevitabile per entrambi. Non una bellissima figura, considerando che neanche cinque anni fa il mediano è stato uno dei protagonisti della splendida annata del Leicester di Ranieri e che per averlo il Chelsea ha speso 40 milioni di euro. Soldi non proprio investiti bene, considerando che l'unico allenatore che finora a Stamford Bridge lo ha utilizzato è stato Conte. Poi, solo strane storie fuori dal campo, come l'aggressione subita nel 2019, e tante polemiche e pochi minuti disputati anche quando è andato a giocare altrove. Insomma, una carriera da ricordare...ma non solo per ragioni positive...