Follia a Madrid: un tifoso del Liverpool si masturba in piazza durante i festeggiamenti

Follia a Madrid: un tifoso del Liverpool si masturba in piazza durante i festeggiamenti

Arrestato un tifoso del Liverpool a Madrid: durante i festeggiamenti in piazza, si è spogliato, arrampicato su una transenna e si è masturbato. Non contento, ha aggredito un turista e una donna.

di Redazione Il Posticipo

Il tifo mette le persone nella condizione di fare cose straordinarie, superare i propri limiti e molte paure. A volte, però, non per tifo ma per esaltazione, si assiste a delle scene raccapriccianti al di fuori degli stadi. A volte certi gesti spregevoli derivano da contestazioni. Altre risultano da un modo eccessivo di festeggiare e, probabilmente, dall’alcool; tante altre volte, certi eccessi derivano dal… nulla. E, ovviamente, uno di questi gesti assurdi non poteva mancare a Madrid: mentre il resto dei tifosi del Liverpool festeggiava nelle piazze di Madrid, in una in particolare, un tifoso si spogliava, si innalzava su una transenna e cominciava… a masturbarsi.

MOLESTIE – Non fosse bastata l’invasione di campo di una ragazza ben poco vestita, arriva dunque un altro piccolo particolare hot che accompagna la vittoria dei Reds nella finalissima di Champions. La bella notizia è che il folle è stato arrestato ma il nudo e gli atti osceni in luogo pubblico non sono gli unici reati di cui si è macchiato, invece di festeggiare assieme a tutti gli altri. L’inglese, la cui identità non è stata rivelata, ha anche molestato una turista italiana e ne ha picchiato un altro. All’arrivo delle forze dell’ordine si è premurato di aggredire anche loro  ma, alla fine di questa pantomima a dir poco indecente, l’uomo è stato portato via in stato di arresto.

ALTRI ARRESTI – Non solo. Il quotidiano spagnolo El Mundo riporta altri 5 casi di tifosi inglesi che sono in stato di fermo per aver aggredito le forze dell’ordine spagnole. Le forze di polizia sono state impegnate davvero molto nelle ultime 24 ore: non solo per tenere d’occhio l’enorme massa di tifosi riversatasi nella capitale ma, come aveva anticipato la UEFA con una nota, si sono impegnati anche molto per sventare il bagarinaggio e la vendita di biglietti contraffatti. In seguito a questi controlli, sono stati arrestati anche tre italiani che rivendevano biglietti falsi. Molti agenti aggrediti nelle ultime ore sono stati sottoposti a delle cure presso la clinica Asepeyo di Madrid ma nessuno di questi risulta grave, per fortuna. La domanda, però rimane: quando si riuscirà a tornare a percepire il calcio come una festa?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy