Foden chiede scusa ma…non scende nei dettagli: “Ho infranto i protocolli anti-Covid, sono giovane e ho imparato una lezione importante…”

Foden chiede scusa ma…non scende nei dettagli: “Ho infranto i protocolli anti-Covid, sono giovane e ho imparato una lezione importante…”

Phil Foden e Mason Greenwood sono stati esclusi dalla trasferta in Danimarca dei Tre Leoni. Southgate non conferma le voci riguardo ragazze fatte entrare in hotel e il talento del City chiede scusa, senza però specificare…per cosa. E ora forse dovrà spiegarlo…alla sua fidanzata, con cui ha anche già avuto un figlio!

di Redazione Il Posticipo

“Non è successo nulla nell’albergo, ma due ragazzi hanno violato il protocollo anti Covid-19 e li abbiamo isolati dal resto della squadra”. Gareth Southgate, CT dell’Inghilterra, affronta le domande della stampa, curiosa di sapere cosa abbiano combinato Phil Foden e Mason Greenwood, esclusi dalla trasferta in Danimarca dei Tre Leoni. I tabloid parlano di ragazze fatte entrare in hotel, una tesi supportata dai video diffusi sui social in cui le ragazze parlano al telefono con i due calciatori. Southgate non si sbilancia, ma conferma che c’è stato un comportamento non conforme alle regole imposte al gruppo. E lo fa anche lo stesso Foden.

SCUSE – Il calciatore del City non scende nei dettagli, ma attraverso una nota su Twitter chiede scusa. “In seguito a ciò che è emerso riguardo il mio comportamento in Islanda, vorrei chiedere scusa a tutti. Chiedo scusa a Gareth Southgate, ai miei compagni di nazionale, allo staff, ai tifosi, al mio club e alla mia famiglia. Quando Gareth mi ha convocato per queste partite, la mia prima reazione è stata di immenso orgoglio. Indossare la maglia dell’Inghilterra per il mio debutto con la nazionale maggiore è stato un privilegio incredibile. Sono un calciatore giovane che ha molto da imparare ma so qual è la responsabilità che ho di rappresentare il Manchester City e l’Inghilterra a questi livelli”.

LEZIONE IMPORTANTE – “Ma in questa occasione, ho preso una decisione sbagliata e il mio comportamento non ha rispettato gli standard che ci si aspettano da me. Ho infranto i protocolli anti-Covid, che sono stati messi in pratica per proteggere me e i miei compagni di nazionale. E di conseguenza, ora mi perderò l’opportunità di viaggiare in Danimarca con la squadra e questo mi fa male. Ma ho imparato una lezione importantissima da questo errore di giudizio e auguro a Gareth e a tutti i miei compagni buona fortuna per questa settimana”. Errore di gioventù, dunque, anche se non si capisce bene come siano stati violati i protocolli. E questo forse Foden dovrà spiegarlo…alla sua fidanzata, con cui ha anche già avuto un figlio…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy