Floro Flores: “Juventus, Dybala sarà utile. Locatelli era meglio di Arthur. Il Sassuolo può essere la nuova Atalanta”

Il campionato italiano raccontato da chi lo conosce bene. Antonio Floro Flores ha lasciato il calcio da pochi mesi, dopo aver girato il paese in lungo e in largo per due decenni. E ora che fa l’allenatore parla di quello che vede in questa Serie A.

di Redazione Il Posticipo

Il campionato italiano raccontato da chi lo conosce bene. Antonio Floro Flores ha lasciato il calcio da pochi mesi, dopo aver girato il paese in lungo e in largo per due decenni. E ora che fa l’allenatore, ai microfoni di Maracanà sulle frequenze di TMW Radio parla di quello che vede in questa Serie A. Sottolineando, tra le altre cose, la situazione della Juventus, ma anche il momento d’oro di una realtà che conosce molto bene come quella del Sassuolo.

JUVENTUS – Da attaccante, impossibile non parlare delle opzioni offensive della Juventus, che al momento vedono Paulo Dybala relegato in panchina. “Oggi Morata e Ronaldo sono la coppia titolare, ma Dybala viene da un periodo difficile, con l’infortunio e il Covid-19. Se fai gol, moralmente ti esalti ma ora sta subendo il contraccolpo psicologico. Quando tornerà al meglio, sarà davvero utile. Non escludo che Pirlo possa impiegare sia lui che Ronaldo e Morata”. Chi finora non ha convinto è Arthur… “Il campionato italiano è diverso. Giocare palla a terra al Barcellona è una cosa, qui è un’altra. Se cerchi, c’è sempre di meglio. Locatelli ieri a Napoli mi ha impressionato, ma la Juve ha fatto la sua scelta. In questo però Arthur è l’unico che può giocare davanti alla difesa”.

SASSUOLO – E a proposito di Locatelli, davanti alla Juventus c’è il Sassuolo, di cui Floro Flores è stato una colonna nelle prime tre stagioni passate in A dai neroverdi. Che ora sono in crescita costante e che potrebbero ripercorrere le orme di un’altra provinciale che ormai è diventata una big. “Vedendoli giocare, non è esagerato dire che può arrivare in Champions. È una delle squadre più belle da vedere in Italia. Sono rimasto sconvolto nel vedere correre a vuoto il Napoli. Non li prendevano mai, è stato imbarazzante. È un lavoro però che viene da lontano. Squinzi dopo il 7-0 preso dall’Inter ci disse ‘Voglio arrivare in qualche anno in Champions’. E ora possono farcela. Non escludo che possa essere la nuova Atalanta”. Augurio migliore, per De Zerbi e i suoi, non poteva esserci.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy