calcio

Flop Henry, le stelle del Monaco raccontano la loro verità: “Ci ha umiliato, tratta male i suoi calciatori”

(Photo by Jose Breton/NurPhoto via Getty Images)

Il club del Principato ha deciso di separarsi dal tecnico francese dopo pochi mesi. Spuntano dettagli interessanti sull'atmosfera che si respirava recentemente nello spogliatoio: tra allenatore e squadra infatti sarebbero volati gli stracci...

Redazione Il Posticipo

Tornare con la propria ex non è mai facile, ma quando capita significa che il futuro può essere...ancora più traumatico! Ne sanno qualcosa al Monaco. Il club del Principato piange, al penultimo posto della Ligue 1 anche per colpa del fallimento di Thierry Henry. Il rapporto tra la squadra si è chiuso ufficialmente nella giornata di ieri: al suo posto la società monegasca potrebbe richiamare Leonardo Jardim, l'ex di turno, esonerato a ottobre dopo un inizio disastroso. Affidarsi ad una leggenda del club, col senno di poi, si è rivelato un grosso errore...

SOSPESO ED ESONERATO - Henry non è mai riuscito a invertire l'emorragia di risultati negativi della sua squadra (appena 4 vittorie in 20 partite) e ha chiuso la sua esperienza perdendo letteralmente le staffe come dimostra quanto accaduto con lo Strasburgo lo scorso weekend. Una sceneggiata che non è passata inosservata agli occhi della società, che ha deciso di sospenderlo ed esonerarlo dopo appena 104 giorni alla guida della squadra. Oltre ai risultati negativi, a fare precipitare la situazione sarebbero stati anche i rapporti tra il tecnico e giocatori,

UMILIAZIONI - Dall'Inghilterra filtrano indiscrezioni sull'atmosfera rovente in casa Monaco: secondo quanto riportato dal Mirror infatti il tecnico Henry avrebbe letteralmente umiliato i suoi giocatori. A smascherarlo ci hanno pensato le dichiarazioni di alcune stelle della squadra, rimaste rigorosamente anonime: "Che si rivolga malamente ai suoi giocatori è un dato di fatto. Ha fatto anche esempi negativi di alcune persone e questo ha dato fastidio a molti, ha dato l'impressione che non gliene importasse niente del parere degli altri". Un biglietto da visita tutt'altro che incoraggiante per uno che avrebbe voluto costruirsi una seconda vita da allenatore. Anche perchè avrebbe anche messo il dito nella piaga con uno dei calciatori a sua disposizione durante un match: "Qualche tempo fa ha urlato 'E questo qui varrebbe 10 milioni di euro?', riferendosi a un calciatore. Lo ha sentito tutta la panchina, un messaggio molto negativo". Che l'esperienza in panchina del francese sia già terminata?