Floccari: “Sogno di restare a Ferrara. Il gol al Milan? Istinto, ma spiace per come sia finita”

Floccari: “Sogno di restare a Ferrara. Il gol al Milan? Istinto, ma spiace per come sia finita”

Dopo il bellissimo gol segnato ai rossoneri il centravanti affronta diversi temi.

di Redazione Il Posticipo

Floccari, un gol che può valere la conferma. Dopo il bellissimo gol segnato ai rossoneri il centravanti è intervenuto ai microfoni di Radio Sound per affrontare diversi temi. Fra cui anche la possibile permanenza a Ferrara.

CHE GOL  – Un’intuizione straordinaria quanto l’esecuzione. Del resto non è facile segnare al portiere rossonero. “Sono dei momenti in cui non pensi tanto. Rivedendolo alla tv, si percepisce come io abbia caricato il tiro negli ultimi due passi prima di calciare in porta, in modo tale da far alzare la palla e poi farla subito abbassare”. Una sorta di top-spin. Un colpo… da tennis.”Serviva per superare un portiere forte tecnicamente e fisicamente come Donnarumma. Tutto è avvenuto in maniera istintiva ed è stato molto bello segnare al Milan. Dispiace solo per l’epilogo finale della partita”.

TENERE DURO  – La sensazione è che la Spal non sia affatto rassegnata alla retrocessione. “Prima della sfida contro il Milan il gruppo avvertiva sensazioni positive. Pensavamo fosse possibile centrare il colpo. Oramai non conta tanto l’avversario”. Molto più importante l’atteggiamento. “Ogni partita rappresenta un’opportunità. Siamo stati 50 minuti con l’uomo in meno e avevamo visto vicino il traguardo dei tre punti. Poi al 94′ ci è sfuggita la vittoria e credo sia assolutamente normale provare del rammarico, soprattutto quando sai di aver dato tutto e di non essere riuscito a fare qualcosa di grande. Adesso dovremo essere bravi a resettare e capire che anche la prossima sfida sarà importante per portare a casa i tre punti”.

PROSPETTIVE – Qualunque sia l’esito della stagione, Floccari non ha ancora l’intenzione di appendere gli scarpini al chiodo. “Mi piacerebbe continuare a giocare un altro anno. Certamente alla Spal, ma questa è una decisione che non posso prendere da solo. Però la mia priorità assoluta è di giocare ancora a Ferrara”. Prima però meglio concentrarsi sul presente. “Nei prossimi dieci giorni ci giochiamo tutto. Dopodiché mi confronterò con la società”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy