Flick, doppia gioia: Champions al primo colpo e “rivincita” del 1987

Il tecnico vince in Portogallo la Champions al primo colpo. E si riprende in panchina la Champions sfuggitagli sul campo.

di Redazione Il Posticipo

Al primo colpo. Flick vince la Champions da allenatore. Da subentrato in corsa a campione d’Europa. Il tecnico ha preso il posto di Kovac lo scorso 3 novembre e da allora ha trasformato la squadra conquistando prima la stima dei calciatori, poi quella della dirigenza che, a ragion veduta, gli ha rinnovato il contratto. La squadra lo ha seguito: sino in cima all’Europa come ha detto a Sky Sport. “Credo sia merito della squadra. Leggevo che non c’era più rispetto per il Bayern ma negli ultimi dieci mesi abbiamo lavorato in modo sensazionale. Anche in Lockdown. Questo trionfo è merito di tutti. Si è creata un’atmosfera positiva rinsaldata giorno dopo giorno dalla fiducia in noi stessi. Sicuramente non era facile ma non mi sento il fautore di tutto questo. Il merito è della voglia dei giocatori”.

PERCORSO NETTO  – Sotto la sua guida il Bayern ha cambiato decisamente marcia. Il Bayern non ha soltanto vinto tutte le partite post lockdown, ma anche tutte le undici sfide giocate nella Champions 2019-20. Prima di giocare la finale Flick aveva già eguagliato il record del Milan di Fabio Capello del 1991/1993 che, dopo averle vinte tutte, si arrese proprio ad una squadra francese. Era l’Olympique Marsiglia.  I bavaresi invece non hanno fallito l’appuntamento con la vittoria contro il PSG e ciò gli ha permesso di diventare la prima squadra nella storia della Champions e anche della Coppa dei Campioni ad aver completato il percorso netto. Solo vittorie.

RIVINCITA – Una bella rivincita, dopo trentatré anni. Ottenuta, fra l’altro in Portogallo, che, seppur indirettamente gli aveva regalato una grande amarezza: nel 1987 il calciatore era in campo con il Bayern Monaco nella finale persa contro il Porto e passata alla storia per il tocco di Madjer, ribattezzato “tacco di Allah” che ha siglato, proprio di tacco, la rete dell’1-1 che ha poi spianato la strada della vittoria ai portoghesi. Il calcio toglie, ma anche dà. E proprio al Da Luz, lo stadio del Benfica, acerrimo rivale del Porto, Flick si riprende in panchina la Champions sfuggitagli da calciatore sul campo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy