Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Flick al passo d’addio: “Al Bayern mi sono divertito e ho vinto. Nazionale? Manca qualche dettaglio”

Flick al passo d’addio: “Al Bayern mi sono divertito e ho vinto. Nazionale? Manca qualche dettaglio”

Il tecnico del Bayern traccia un bilancio della sua esperienza e lascia pochi dubbi sull'immediato futuro.

Redazione Il Posticipo

Hansi Flick, "nein" al Barcellona. Il tecnico del Bayern Monaco ha spiegato nella sua ultima  conferenza stampa come allenatore prima dei bavaresi,  di essere molto vicino alla panchina della Germania. Il Bayern deve chiudere il suo campionato, ma la piega dell'ultimo incontro fra Flick e i media ruota su altro. Molto, quasi tutto, sul bilancio della sua esperienza e sul futuro. Le sue parole sono riprese da Kicker.

BAYERN -  Il suo Bayern Monaco ha scritto la storia, 18 mesi indimenticabili e irripetibili. Flick può solo essere raggiunto. Ha vinto tutto il vincibile. E se l'è goduta parecchio.   "Allenare una squadra del genere è qualcosa di molto speciale. È stato molto divertente per me e per tutto il mio staff. Sin da subito abbiamo coltivato l'idea di voler vincere con avidità. Volevamo segnare sempre gol e siamo stati alla costante ricerca di un calcio offensivo. Abbiamo accompagnato questa grande squadra per un breve periodo, ma molto intenso. Mi è piaciuto questo viaggio. Due anni fa sapevo solo che volevo essere di nuovo un allenatore. Niko Kovac mi ha dato la possibilità di essere nella squadra di allenatori del Bayern Monaco. È stato semplicemente fantastico. Li sosterrò sempre e seguirò il loro ulteriore percorso. Potranno sempre contare sul mio sostegno. Erano cose così strette che non puoi semplicemente cancellarle. Sono comunque felice che il viaggio stia volgendo al termine e non vedo l'ora di scoprire le novità. Non ho rimpianti".