Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Finti viaggi in Messico e allagamenti del seminterrato: ecco come Coleen Rooney ha incastrato Rebekah Vardy!

Finti viaggi in Messico e allagamenti del seminterrato: ecco come Coleen Rooney ha incastrato Rebekah Vardy! - immagine 1

Il caso "Wagatha Christie", che coinvolge Rebekah Vardy e Coleen Rooney, continua a regalare storie notevoli. E vengono alla luce le storie di Instagram false con cui la moglie del tecnico del Derby...ha scoperto chi vendeva le informazioni al Sun

Redazione Il Posticipo

Continuano le rivelazioni della più importante commistione tra il calcio e il gossip degli ultimi anni, il caso "Wagatha Christie". La storia è quella che coinvolge Rebekah Vardy, moglie del centravanti del Leicester City Jamie, e Coleen Rooney, consorte di Wayne, tecnico del Derby County. Le due sono state a lungo amiche, finchè a Coleen Rooney non è venuto uno strano sospetto. Le storie su di lei e sulla sua famiglia che uscivano con una certa costanza sul Sun erano legate al suo profilo Instagram privato, quindi potevano essere state raccontate al tabloid solo da una persona a lei molto vicina. Come capire chi era la talpa? Attraverso  una tecnica allo stesso tempo classica e innovativa di investigazione fai da te, che le è valsa il soprannome di "Wagatha Christie", ora affibbiato a tutto il caso.

INVESTIGAZIONE - Quando ha capito che a spifferare tutto era qualcuno con l'accesso alle sue storie, la moglie di Wayne ha cominciato a...depistare i suoi contatti, rendendo visibili alcune storie solo a determinate persone, per capire quali sarebbero finite in prima pagina. E dopo un'attenta analisi di cosa aveva fatto volontariamente trapelare, la detective improvvisata ha stabilito che la colpevole era proprio Rebekah Vardy, poi accusata attraverso un lungo messaggio sui social di aver venduto la vita privata dei coniugi Rooney ai tabloid. Davanti all'accusa, però, la moglie del bomber delle Foxes ha deciso di controbattere, citando Coleen Rooney in giudizio per diffamazione, chiedendo di dimostrare che le informazioni che la riguardavano provenissero effettivamente da lei.

LE STORIE FINTE - E come spiega AS, la moglie di Rooney...le prove le ha portate eccome, mostrando le storie di Instagram...dedicate a Rebekah Vardy, per dimostrare che era l'unica ad aver avuto accesso a certe informazioni, visto che era l'unico utente ad averle viste. Come quella di un finto viaggio in Messico per esplorare la possibilità di scegliere il sesso di un futuro figlio, puntualmente finita sul Sun nell'agosto 2019. O quella con una bottiglia di vino in cui Coleen Rooney si lamentava di un (finto anche questo) allagamento del suo seminterrato, notizia poi pubblicata dal Sun nell'ottobre dello stesso anno. Insomma, le cose per Rebekah Vardy non si mettono benissimo. Mentre invece la signora Rooney sta dimostrando...di avere un certo talento come investigatrice.