Fernando Torres lascia il calcio: “Dopo 18 anni entusiasmanti, è giunto il momento”. Ci sarà ancora l’Atletico nel suo futuro?

Fernando Torres lascia il calcio: “Dopo 18 anni entusiasmanti, è giunto il momento”. Ci sarà ancora l’Atletico nel suo futuro?

L’attaccante spagnolo dice addio al calcio giocato dopo una lunga carriera a spasso per Spagna e Inghilterra e con un breve passaggio al Milan in Italia. “El Niño” si congeda dal club giapponese Sagan Tosu. Che cosa farà nella sua seconda vita?

di Redazione Il Posticipo

Fernando Torres: la corsa è finita! “El Niño” lascia il calcio dopo una carriera lunghissima: l’Atletico Madrid è stato la sua casa, al Chelsea ha vinto, il Liverpool invece è forse il suo più grande rimpianto per i trofei lasciati sul terreno di gioco. L’attaccante classe ’84 però si è rifatto con gli interessi in nazionale: Torres è stato il terminale offensivo della Spagna che ha dettato legge in Europa e nel mondo tra 2008 e 2012. Che cosa farà nella sua seconda vita?

L’ANNUNCIO – Torres, attualmente in forza al club giapponese Sagan Tosu, lascia il calcio professionistico a 35 anni dopo una ventina di stagioni indimenticabili. Il bomber ha comunicato la sua decisione con un videomessaggio sul suo profilo Twitter: “Ho qualcosa di molto importante da annunciare. Dopo 18 anni entusiasmanti, è giunto il momento di mettere fine alla mia carriera calcistica. Domenica 23 luglio alle 10 ora locale in Giapponese, farò una conferenza stampa a Tokyo per spiegare tutti i dettagli”. Che cosa “El Niño” nel suo futuro dopo l’addio al calcio?

SECONDA VITA – Lo spagnolo campione del mondo e d’Europa con la Spagna pigliatutto di una decina di anni fa non ha deciso quale sarà il suo futuro dopo aver appeso gli scarpini al chiodo e soprattutto dopo aver deliziato per vent’anni i tifosi di tutto il mondo. Non va escluso un possibile ritorno all’Atletico sotto vesti dirigenziali considerato il grande rapporto che lo spagnolo ha avuto col club: negli scorsi mesi Torres ha rivelato che lasciare i Colchoneros per la prima volta è stata una delle decisioni più difficili della sua carriera. Ritornarci sarebbe un gioco da ragazzi?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy