calcio

Fernando Torres confermato all’Atletico Madrid Juvenil: “Sono a casa, essere qui è motivo di orgoglio”

Fernando Torres confermato all’Atletico Madrid Juvenil: “Sono a casa, essere qui è motivo di orgoglio” - immagine 1
L'ex attaccante  promette di essere esigente, per sé e per i suoi allievi, e di continuare a trasmettere loro valori.

Redazione Il Posticipo

Fernando Torres è stato confermato come capo allenatore della Juvenil A per la prossima stagione. Nella precedente, da assistente di Ricardo Ortega la squadra è stata campionessa del Gruppo 5 della Division of Honor e ha raggiunto la Final Four della Youth League. Ora cercherà di migliorare quei buoni risultati. L'ex attaccante, in una intervista rilasciata ad AS,  promette di essere esigente, per sé e per i suoi allievi, e di continuare a trasmettere loro valori.

CASA

L'Atletico, per Torres, significa casa. "Sono molto felice di continuare in Juvenil A. È stata un'esperienza bellissima e voglio imparare, crescere come allenatore e persona. Non ho mai avuto dubbi sul mio futuro quando ho smesso di giocare ho sempre pensato che non ci fosse posto migliore della mia casa per poterlo fare. Semplicemente, continuo a dare il mio contributo all'Atletico con il mio granello di sabbia. Qui ci sono grandi professionisti in tutti i reparti, accomunati da una metodologia. Insegnare ai ragazzi ad affrontare la vita, instillando valori, mentalità e il senso di appartenenza al nostro club. Essere dell'Atletico è qualcosa di cui essere orgogliosi. E i risultati di quest'anno non sono casuali, stiamo raccogliendo i frutti di tanti anni di lavoro”.

Fernando Torres confermato all’Atletico Madrid Juvenil: “Sono a casa, essere qui è motivo di orgoglio”- immagine 2

VALORI

Giovani si, ma "addestrati" per un futuro da colchoneros. "Cerchiamo di trasmettere che la cultura della fatica e lo spirito di sacrificio è ciò che ti porta a raggiungere i tuoi obiettivi. E, soprattutto gli ricordiamo sempre che sono persone ancora prima che calciatori. E che unendosi e remando tutti verso la stessa direzione sono in grado di competere con chiunque.

Per noi dell'Atletico far parte di questo club è come la vita. Giocare e allenarsi qui significa credere in ciò che si fa, sognare ciò che si può ottenere. Non c'è niente di più simile alla vita che essere un giocatore dell'Atletico Madrid, perché allenarsi e indossare questi colori, anche a livello umano, aiuterà in seguito ad affrontare qualsiasi situazione a livello personale”.