Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Fernando Santos: “L’arbitro mi ha chiesto scusa e mi ha detto che era imbarazzato. Ero nello spogliatoio con lui e si è scusato con me”

TURIN, ITALY - MARCH 24: Fernando Santos Head coach of Portugal reacts during the FIFA World Cup 2022 Qatar qualifying match between Portugal and Azerbaijan at Allianz Stadium on March 24, 2021 in Turin, Italy. (Photo by Jonathan Moscrop/Getty Images)

Il tecnico del Portogallo ha parlato in conferenza stampa.

Redazione Il Posticipo

2-2 amarissimo per  il Portogallo a Belgrado. I portoghesi vanno sotto  2-0 nell'intervallo contro la Serbia, ma una pessima gestione nella ripresa ha permesso ai serbi di rientrare in partita. Negli ultimi momenti, la squadra di Fernando Santos ha cercato di riportarsi nuovamente in vantaggio. E l'avrebbe anche trovato in un convulso finale in cui l'arbitro Makkelie non ha convalidato una rete che ha visto tutto il mondo... tranne lui.

GOL - Con questo risultato, Portogallo e Serbia rimangono in testa al Gruppo A, con entrambe le squadre a segnare quattro punti. Nella conferenza stampa al termine della sfida Fernando Santos ha rivelato che l'arbitro Danny Makkelie si è scusato con lui alla fine della partita, per non aver convalidato il gol di Cristiano Ronaldo. Il fuoriclasse ha espresso su Instagram tutto il proprio disappunto. E Fernando Santos in conferenza stampa, come riportato da record.pt ha parlato dello scambio di battute avuto con il direttore di gara.

SCUSA - Il tecnico ha spiegato i contenuti del dialogo: "L'arbitro mi ha chiesto scusa e mi ha detto che era imbarazzato. Ero nello spogliatoio con lui e si è scusato con me. Mi aveva detto in campo che avrebbe visto le immagini. E che se fosse stato il caso mi avrebbe chiamato per chiedermi scusa. E così è stato. È la seconda volta in una fase di qualificazione che mi chiedono scusa dopo la partita. Io gli ho detto in campo che non c'erano VAR o goal line, lui mi ha risposto che anche la linea di porta era un riferimento importante. A quel punto  gli ho detto che la palla aveva oltrepassato di almeno mezzo metro la riga e che non c'era nessun ostacolo tra il portiere e la linea di porta. Comunque il vero problema è che abbiamo pareggiato. Dobbiamo ripensare. Gli arbitri sono umani e commettono errori, ma è per questo che c'è il VAR e la tecnologia della linea di porta per evitarlo ".

Potresti esserti perso