Fernández Alá: “Stiamo perdendo la faccia. A Leo dico di restare. A marzo ci sarà un nuovo presidente e un altro Barça..”

Fernández Alá: “Stiamo perdendo la faccia. A Leo dico di restare. A marzo ci sarà un nuovo presidente e un altro Barça..”

Uno dei candidati alla presidenza non rinuncia a Messi e ha una chiave di lettura della situazione.

di Redazione Il Posticipo

“Il Barcellona sta perdendo la faccia. Questo infastidisce Leo Messi e anche noi”. Lluis Fernández Alá, candidato alla presidenza nonché fra i promotori della mozione di sfiducia a Bartomeu in una lunga intervista rilasciata a Olè parla della situazione della Pulce offrendo diverse chiavi di lettura.

ASPETTARE – La sua sensazione è che Messi sia furioso per non avere una squadra competitiva. E che ci siano i margini per ricucire lo strappo: basta aspettare l’addio di Batromeu. “Messi ha visto quello che hanno visto tutti i tifosi del Barcellona. La stagione è stata disastrosa, la squadra sta invecchiando e non si rinnova in modo competitivo. Si sbagliano acquisti. In Champions non siamo all’altezza e Messi lo sa. Cerchiamo di parlargli. Il presidente deve chiedergli di restare, è un’istituzione a Barcellona. A nostro avviso ha  ancora tre o quattro anni di bel calcio e si merita un monumento. Messi deve riconsiderare la sua posizione. Si calmi,  perché a marzo ci sarà un nuovo presidente e allestiremo una squadra vincente”.

FACCIA – Lluis Fernández Alá analizza lo scenario fra presente e futuro. “Siamo consapevoli del nostro momento. È molto difficile che torni una nuova generazione che produca altri Messi, Xavi o Puyol, ma si può comunque promettere una squadra vincente. Stiamo perdendo la faccia, qualcosa che infastidisce Messi e noi. Con Guardiola e Luis Enrique eravamo abituati al triplete. Adesso si ripete ma non sul campo. Il triplete del fallimento è sportivo, economico e sociale. C’è una squadra che invecchia, un costo del lavoro molto alto e soldi spesi male. Non abbiamo centrato un solo acquisto: Dembelè non ha funzionato. Arthur doveva essere  il nuovo Xavi e già non è più nel club. Coutinho non ha inciso, proprio come Griezmann. Al Barcellona serve una guida diversa”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy