Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ferguson e Solskjaer… united nella riconoscenza: “Onore alla sanità che salva le vite”

Tutti si stanno rendendo conto di quanto il servizio sanitario sia importante. Soprattutto il calcio

Redazione Il Posticipo

L'Inghilterra gioca la sua partita più difficile contro il nemico peggiore. Il Covid-19 è arrivato nell'isola diffondendosi e generando migliaia di morti: in campo, in questo momento, e nel senso più pieno del termine, medici e operatori sanitari che salvano vite. Come accaduto, sebbene in un momento e in cause diverse, con quella di Sir Alex Ferguson che come riportato dal Sun, non si è dimenticato di loro.

RICONOSCIMENTO - L'ex tecnico  del Manchester United, due anni fa, dopo una emorragia cerebrale,  è finito sotto i ferri ed ha versato  in gravi condizioni all'ospedale di Salford per circa un mese tra coma farmacologico e convalescenza. E proprio quando il suo Manchester United annuncia la campagna a favore dell'NHS (sistema sanitario nazionale) per battagliare contro il virus, Ferguson racconta sul sito web. "Sono deliziato che si stia riconoscendo l'importanza del nostro sistema sanitario nazionale così come l'ho esperita io due anni fa dopo che mi hanno salvato la vita. La risposta che stanno dando alla pandemia è qualcosa di magnifico e mi rende fiero il modo in cui il club e il popolo britannico si stia radunando attorno a loro per aiutare. Ben fatto". 

ECO - Gli ha fatto eco, ovviamente, il suo "discepolo". L'attuale allenatore del club, nonché ex giocatore della corte di Sir Alex, non poteva non cogliere la palla al balzo. Ole Gunnar Solskjaer, infatti, spiega: "L'NHS e i volontari che combattono il virus si stanno mettendo a rischio per la sicurezza di tutti e stanno facendo un lavoro davvero fantastico. Meritano l'apprezzamento di tutti per il loro lavoro e per i loro sforzi quotidiani".

NON SOLO PAROLE - Il club, spiega il Sun è impegnatissimo a sostenere il personale medico attraverso la Manchester United Foundation. I Red Devils hanno consegnato oltre 3500 regali al personale sanitario ma non solo: hanno messo a disposizione 16 veicoli con autisti volontari per dare supporto ai corrieri. Non è ancora tutto, perché per dare un supporto ai medici anche nel lavoro il club ha donato attrezzature mediche e beni di necessità al Salford Royal Hospital. E se il personale del club a basso impiego attuale è stato invitato a fare volontariato per l'NHS, l'Old Trafford è stato inserito in una lista per l'allestimento di un punto di donazione di sangue.