Ferdinand durissimo con lo United di Solskjaer: “Imbarazzante, i ragazzini non indosseranno più la maglia di questo club”

Ferdinand durissimo con lo United di Solskjaer: “Imbarazzante, i ragazzini non indosseranno più la maglia di questo club”

Il Manchester United è stato sconfitto dal Burnley all’Old Trafford: un k.o. difficile da digerire che rischia di far saltare per aria l’ambiente e compromettere la corsa al quarto posto che porta in Champions League. L’ex Rio Ferdinand ne ha avute per tutti…

di Redazione Il Posticipo

Colpito due volte e umiliato di fronte ai suoi tifosi: il Manchester United ha passato una serataccia all’Old Trafford contro il Burnley nel turno infrasettimanale di Premier League valido per la 24^giornata. I Red Devils pensavano di avere vita facile contro la squadra di Sean Dyche ma così non è stato: Chris Wood ha aperto le marcature nel primo tempo (39′), Jay Rodriguez le ha chiuse nella ripresa (56′) spedendo gli uomini di Ole Gunnar Solskjaer all’inferno. Molti tifosi hanno abbandonato lo stadio prima del fischio finale e una leggenda è stata durissima nel post-partita.

CHE IMBARAZZO – Da tempo Rio Ferdinand non è più l’uomo al centro delle operazioni difensive dello United, ma non dimentica quello che ha fatto e soprattutto la forza della sua ex squadra in passato. Sul 2-0 per il Burnley, migliaia di tifosi hanno lasciato l’Old Trafford in anticipo. Lo United ha perso tre delle ultime quattro partite di Premier nel nuovo anno: questo ha fatto infuriare i supporter nei confronti della dirigenza. Ferdinand non è stato da meno e si è sfogato negli studi di BT Sport: “È imbarazzante vedere tutto questo. Lo United è indifendibile, i tifosi sono usciti dal campo dopo 85 minuti. Chi dirige il club deve intervenire, apportare modifiche e fare qualcosa. I ragazzi delle scuole di tutto il Paese non indosseranno le magliette del Man United e non vorranno più venire qui a vedere questo club. Nessuno sta gettando le basi per il futuro. Non vedo un percorso. Negli ultimi sette anni è stato speso molto denaro e dove è arrivata la società dopo questi investimenti?”. Insomma: lo United è davvero nei guai.

MAGUIRE NEL MIRINO – Ferdinand ha criticato Harry Maguire passato dal Leicester allo United nel mercato estivo per 92 milioni di euro: “Mostra un po’ di desiderio! In quanto capitano Maguire dovrebbe farlo vedere. Era in un’ottima posizione rispetto a Wood sul primo gol, ma non lo ha anticipato. Un difensore non può restare così lontano dall’avversario”. L’ex difensore è preoccupato per il futuro della sua ex squadra: “Lo United è considerato come uno dei grandi club al mondo, ma non vogliamo fare la fine del Liverpool… Ci hanno messo trent’anni per arrivare dove sono adesso. Non possiamo davvero permettercelo”. Come verrano prese queste parole ad Anfield?

OLE SENZA SCUSE – Nel post-partita Solskjaer non si è nascosto di fronte all’ennesimo crollo della sua squadra: “Quello che abbiamo fatto oggi in campo non era da Manchester United. Siamo delusi dal punteggio e dalle prestazioni, ma siamo ancora quinti in classifica anche se non voglio aggrapparmi a questo. Lavoriamo ogni giorno con questi ragazzi per migliorare e per giocare meglio di così”. Il norvegese invita l’ambiente a guardare il bicchiere mezzo pieno con la zona Champions distante “solamente” sei punti nonostante sia arrivata l’ottava sconfitta in ventiquattro partite di Premier. La stagione è ancora raddrizzabile, ma non sono concessi altri passi falsi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy