Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ferdinand deluso da Conte: “Mi è sembrato una persona sconfitta. Il prossimo anno non credo sarà al Tottenham”

LONDON, ENGLAND - DECEMBER 02:  Antonio Conte manager of Spurs reacts during the Premier League match between Tottenham Hotspur  and  Brentford at Tottenham Hotspur Stadium on December 02, 2021 in London, England. (Photo by Julian Finney/Getty Images)

Per Antonio Conte l’avventura al Tottenham potrebbe essere già ai titoli di coda dopo alcuni mesi? A sentire Rio Ferdinand, il futuro non sembra promettere nulla di buono…

Redazione Il Posticipo

Nonostante lo 0-4 ottenuto contro il Leeds United, non si può certo dire che il Tottenham abbia risolto tutti i suoi problemi. Soprattutto considerando che uno dei principali è proprio la mancanza di continuità. Gli Spurs passano da ottimi match a pessime prestazioni ed è un qualcosa che a uno come Antonio Conte non può certo andare bene. Ha stupito dunque ma non troppo il fatto che il tecnico si sia lamentato non poco in settimana. Basterà la buona partita contro gli uomini di Bielsa a tranquillizzare l’allenatore leccese? O l’avventura al Tottenham potrebbe essere già ai titoli di coda dopo alcuni mesi? A sentire Rio Ferdinand, il futuro non sembra promettere nulla di buono per il club londinese, che potrebbe dover dire addio al suo tecnico già al termine della stagione in corso.

ADDIO - Parlando a BT Sport, Ferdinand ha dipinto un quadro non troppo positivo della situazione. "Non credo che dopo l’estate sara ancora lì. Lo dico rispetto a quello che ho visto sui giornali e soprattutto in considerazione dei calciatori che ha a disposizione. Penso che andrà tranquillamente così, dirà ‘guardate, non pensavo che la situazione fosse così complicata’ e non si farà problemi ad andare via". Del resto, se dopo Pochettino hanno fallito tutti, da Mourinho a Nuno Espirito Santo, possibile che il problema non sia in panchina, ma in chi scende in campo. E un addio di Conte a quel punto non sarebbe così strano, nonostante il tecnico abbia provato a cambiare le carte in tavola.

 

SCONFITTO - Il che però potrebbe non aiutare finché l’allenatore sarà sulla panchina. Avere un tecnico che con tutta probabilità se ne andrà non è il massimo… "Da calciatore ci sono momenti in cui la fiducia è bassa e cerchi risposte dal tuo allenatore. Se c’è un leader, sarà lui a guidare tutti quanti e a dare di nuovo la voglia di crederci. Ma non ti aspetti mai di vedere l’allenatore fare certe dichiarazioni e parlare come una persona sconfitta. Non mi è mai capitato. Ma mi sembrava sconfitto. E vederlo così mi ha deluso. Lui è un vincente, uno che graffia. Spero che sia stato solamente un momento in cui le emozioni hanno preso il sopravvento". E lo sperano anche al Tottenham.