Ferdinand avvisa il Bayern: “Se concedi quelle occasioni a Mbappè e Neymar ti ritrovi sotto 3-0 in un amen”

Troppo forte la squadra di Flick per il Lione di Rudi Garcia, che però vende cara la pelle. I campioni di Germania si spaventano un po’ a inizio match, quando un paio di occasioni per i francesi rischiano di far girare il match. E giocando così contro Neymar e Mbappè potrebbero essere dolori, spiega Rio Ferdinand…

di Redazione Il Posticipo

E alla fine, come prevedibile, sarà PSG-Bayern. La finalissima di questa strana Champions League metterà di fronte i campioni della squadra transalpina e la macchina da gol tedesca. Troppo forte la squadra di Flick per il Lione di Rudi Garcia, che però vende cara la pelle. I campioni di Germania si spaventano un po’ a inizio match, quando un paio di occasioni per i francesi rischiano di far girare il match. Ma Depay e compagni non sono in serata e i teutonici una volta inserite le marce giuste sono inarrestabili. Giocando così contro Neymar e Mbappè, però, potrebbero essere dolori. Questa la teoria di Rio Ferdinand, che commentando la partita su BT Sport mette in guardia i bavaresi.

3-0 – “La maniera in cui questo Bayern si dispone in campo, pressando altissimo per riprendere subito il pallone, lascia la squadra tedesca molto vulnerabile in difesa. Abbiamo massacrato Guardiola per aver cambiato il suo modo di giocare contro il Lione, ma ora come ora tocca a Flick modificare i suoi principi. Se Mbappè, Neymar e Di Maria avranno le occasioni che il Lione ha avuto stasera, il Bayern si ritroverà sotto per 3-0 prima di rendersene conto”. In effetti, la retroguardia del Bayern è stata più volte sorpresa da verticalizzazioni improvvise, che non hanno portato al gol per l’imprecisione degli attaccanti dei francesi o a causa di interventi miracolosi di Neuer. Ma con i fenomeni del PSG meglio evitare di scherzare.

GNABRY – A proposito di fenomeni, al Bayern ce n’è uno a sorpresa. Serge Gnabry continua a stupire il mondo e soprattutto l’Inghilterra, che lo ha sottovalutato ai tempi in cui era all’Arsenal. E Ferdinand non lesina lodi per l’attaccante di Flick. “I suoi numeri sono fenomenali, è a livelli altissimi, tra i campioni di fama mondiale. È andato in Germania e ha fatto faville, stasera è stato eccezionale, le sue scelte sono state straordinarie. Credo che sia uno dei calciatori più migliorati in questo momento, non mi ricordo un’esplosione improvvisa come la sua. Assurdo pensare che sia arrivato a questo livello dopo essere stato scartato prima dall’Arsenal e poi dal West Bromwich”. Ma anche Gnabry non può fare miracoli in difesa. Dunque, meglio regalare poco spazio agli avversari…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy