Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ferdinand avvisa Dele Alli: “Sa che ora non può più sbagliare, Conte non sopporta chi fa lo stupido…”

 (Photo by Nathan Stirk/Getty Images)

Il calciatore del Tottenham è sbocciato con Pochettino, ma con Mourinho ha avuto la vita difficile e ora, dopo l'interregno di Nuno Espirito Santo, deve conquistarsi la fiducia di Antonio Conte. Ma, come spiega Ferdinand, non sarà mica semplice...

Redazione Il Posticipo

Di eterne promesse, il calcio mondiale è pieno. Calciatori che potrebbero spaccare il mondo, che hanno tutti i mezzi, tecnici e fisici, per arrivare al top, ma che poi per qualche motivo non riescono a imporsi definitivamente. Basterebbe pensare a Mario Balotelli, che non ha del tutto confermato le aspettative pazzesche che lo circondavano da ragazzo, anche e soprattutto per via di alcuni atteggiamenti sopra le righe. E anche in Inghilterra rischiano di avere...il loro Balo, che si chiama Dele Alli. Il calciatore del Tottenham è sbocciato con Pochettino, ma con Mourinho ha avuto la vita difficile e ora, dopo l'interregno di Nuno Espirito Santo, deve conquistarsi la fiducia di Antonio Conte.

DELE - Ma, come spiega Rio Ferdinand nel suo podcast FIVE, non sarà mica semplice. L'ex difensore ha parlato del suo connazionale, sottolineando come l'arrivo di un nuovo tecnico sia certamente una possibilità per Dele Alli, ma allo stesso tempo che il giocatore deve metterci (e parecchio) del suo per convincere un sergente di ferro come l'allenatore pugliese. "Sono sicuro che Dele in questo momento sta pensando 'stavolta non posso sbagliare'. Conte non è uno che sopporta chi fa lo stupido, non accetta standard che siano al di sotto di quelli che decide lui. Quindi sono certo che per Dele possa essere una grande opportunità". Ovvero quella di avere la pressione costante di un tecnico in grado di farlo esplodere definitivamente.

CAMBIARE MARCIA - Del resto Conte ha già rivitalizzato parecchi calciatori spenti, tra Juventus, Chelsea, Inter e nazionale. Dunque, perchè non provarci anche con un talento che sembrava il futuro degli Spurs e dei Tre Leoni, ma che al momento finisce nella pila delle grandi promesse non ancora mantenute? Ferdinand è convinto che nessuno come il tecnico italiano possa riuscire nell'impresa. "Ora Dele ha un allenatore che gli chiederà tantissimo e che lo farà costantemente, giorno dopo giorno. E questo potrebbe essere per lui il momento di cambiare marcia". O quello di crollare definitivamente, chissà. Perchè con Conte, una cosa è certa: chi non si impegna, può tranquillamente accomodarsi in tribuna...