Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Fede Valverde: “A Modric, Casemiro e Kroos, le Champions escono dalle orecchie”

Foto di Eric Alonso / Getty Images

Federico Valverde è felicissimo al Real Madrid. Lì, dove può imparare dai migliori, quelli a cui le Champions League "escono dalle orecchie".

Redazione Il Posticipo

Ci sono giocatori che fanno creano qualche grattacapo alla dirigenza. Alcuni chiedono stipendi più alti, altri chiedono di giocare di più, altri creano problemi nello spogliatoio e qualcun altro fa danni direttamente in campo. Fortuna che il Real Madrid ha Federico Valverde. Il centrocampista uruguaiano è felicissimo dov'è e lo racconta in un'intervista.

FEDE TIFA REDS - Parlando al Guardian alla vigilia del match contro il Liverpool, il centrocampista del Real Madrid parte... male. Sì perché rivela che da bambino ha seguito il Liverpool per via di Luis Suárez. "La maggior parte degli uruguaiani tifa squadre in cui giochino altri uruguaiani e quando Luis era lì, io tifavo Luis. Succede anche a Cavani al Manchester United. Quell'anno, l'intero paese ha sostenuto il Liverpool". E ora, con Suarez all'Atletico, le cose non vanno tanto meglio. Il ragazzo gioca poco ma è comunque felice. Parlando del consolidato trio di centrocampo delle Merengues lascia trasparire la sua gratitudine di far parte di un gruppo del genere. Insomma, riconosce di essere un privilegiato per il semplice essere lì.

 (Photo by Dean Mouhtaropoulos/Getty Images)

RISERVA FELICE - "Casemiro, Kroos e Modric hanno vinto tutto in Spagna e all'estero. A loro, le Champions escono dalle orecchie. Se si unissero sarebbero il giocatore perfetto: Case è sempre attento a tutto: forte, veloce, vede gli spazi che si aprono, vede i giocatori. chi arriva a pressare; Luka è dinamico, vede sempre il passaggio tra le righe; e Toni ha la pazienza e la capacità di giocare senza pressioni, come se fosse nel cortile di casa sua. Cosa potrebbe esserci di meglio per me che condividere uno spogliatoio con loro? Devi solo guardarli e imparare, e se ti danno dei consigli, ascoltali. Quando c'è una sana rivalità si diventa una squadra migliore e adoro avere questa competizione, tre giocatori che mi rendono quasi impossibile partecipare". Be', molti altri potrebbero protestare per lo scarso minutaggio. ma con quale faccia un giocatore, per quanto bravo, potrebbe chiedere a Zidane di dargli più minuti?