Favre elogia Brandt e…taglia definitivamente Gotze: “Bisogna dire la verità, questo sistema di gioco non fa per lui”

Favre elogia Brandt e…taglia definitivamente Gotze: “Bisogna dire la verità, questo sistema di gioco non fa per lui”

L’arrivo in panchina di Lucien Favre ha portato Gotze a un ruolo sempre più secondario nella rosa del Borussia. E le frasi dell’allenatore francese prima del match contro il Wolfsburg segnalano che ormai per quella che sembrava la stella più luminosa del calcio tedesco non c’è più posto, mentre un’altro astro sta nascendo…

di Redazione Il Posticipo

Mario Gotze è pronto di nuovo a soffrire. Stavolta non si tratta di infortuni, che pure hanno contraddistinto gli ultimi anni della sua carriera. Le lacrime sono pronte per l’addio, il secondo in carriera, al Borussia Dortmund, l’ultima spina in un cammino che dopo quel gol all’Argentina che per la Germania è significato un Mondiale è diventato più un calvario che una passerella trionfale. L’arrivo in panchina di Lucien Favre ha portato il tedesco a un ruolo sempre più secondario in squadra. E le frasi dell’allenatore francese prima del match contro il Wolfsburg, riportate da Goal, segnalano che ormai per quella che sembrava la stella più luminosa del calcio tedesco non c’è più posto…

GOTZE – “Ora come ora, giochiamo con il 3-4-3. Quindi ho parlato con Mario Gotze e sfortunatamente questo sistema di gioco non fa per lui. Bisogna dire la verità al riguardo. Ovviamente può giocare da interno di centrocampo destro o sinistro, ma vedremo. Ci sono ancora molte giornate da giocare e dobbiamo poter contare su ogni singolo calciatore”. Una dichiarazione, quella di Favre, che sembra porre fine all’interrogativo sul futuro di Gotze. Con il contratto in scadenza e fuori dai piani dell’allenatore, l’eroe di Brasile 2014 si avvia a un mesto addio. Il tecnico, del resto, ha già trovato qualcuno che…gli piace di più.

BRANDT – “Julian Brandt è in grado di giocare in diverse posizioni e in diversi sistemi di gioco. Il che dimostra grande qualità. Giocare nel 4-3-3 non è lo stesso che farlo nel 3-4-3, fare l’ala non è piazzarsi tra le linee. Ma lui fa tutto molto bene. E non bisogna dimenticare che ha giocato anche a centrocampo, o come attaccante. Mi piace molto perchè come allenatore ti ritrovi un sacco di possibilità con un giocatore come lui. Sta giocando molto bene e deve continuare a crescere”. Gli fa eco il direttore sportivo Michael Zorc added: “È un calciatore fantastico, ecco perchè lo abbiamo voluto così tanto. Non ho visto molti calciatori con il suo potenziale, ma ovviamente può ancora migliorare”. E Gotze si prepara a salutare di nuovo Dortmund…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy