calcio

“Fascista, maschilista e razzista”: il benvenuto a Mihajlovic della stampa portoghese

Se Sabado, news magazine portoghese, era intenzionato a far scalpore parlando di Sinisa Mihajlovic, nuovo tecnico dei Leões, molto probabilmente di meglio (o di peggio) proprio non poteva fare.

Redazione Il Posticipo

"Fascista, maschilista e razzista. Ecco il nuovo allenatore dello Sporting". Se Sabado, news magazine portoghese, era intenzionato a far scalpore parlando di Sinisa Mihajlovic, nuovo tecnico dei Leões, molto probabilmente di meglio (o di peggio) proprio non poteva fare. Già a partire dal titolo, che naturalmente punta a colpire nel segno. Ma anche l'interno dell'articolo non è che sia molto più tenero nei confronti del tecnico. Un duro attacco al serbo, che ha accettato la proposta del presidente Bruno de Carvalho di prendere in mano una squadra (e una società) allo sbando dopo l'attacco dei tifosi a fine stagione e il susseguirsi di richieste di rescissione da parte dei calciatori.

PENTOLA A PRESSIONE - La descrizione di Mihajlovic che dà la testata portoghese è tutto fuorchè lusinghiera, preferendo concentrarsi più sugli aspetti personali ed extra-campo dell'allenatore, piuttosto che sulla sua effettiva carriera in panchina. E già ci si immagina un'accoppiata pirotecnica con il presidente, un altro che spesso fa scintille... "Con un temperamento degno di una pentola a pressione e episodi passati che lasciano intravedere una personalità violenta e razzista, i prossimi mesi all'Alvalade assieme a Bruno de Carvalho promettono di essere pieni di problemi". Sabado riporta anche delle dichiarazioni di Mihajlovic a sfondo politico, rilasciate durante la sua carriera. "Con Tito c'erano valori, come la famiglia, un'idea di paese e di popolo. Con lui, la Jugoslavia era il miglior paese del mondo".

EPISODI CONTROVERSI - E poi ancora, l'articolo si concentra sul rapporto del tecnico con il nazionalismo e con la figura di Arkan, oltre a sottolineare alcuni episodi della carriera di Mihajlovic. "Durante la partita di Champions League contro l'Arsenal, il serbo ha insultato Patrick Vieira. L'indagine a fine partita si è conclusa portando alla luce che Mihajlovic aveva ripetutamente dato al francese della "fucking black monkey" durante il match. Sinisa ha chiesto scusa pubblicamente, garantendo che i due sono diventati amici dopo l'incidente". Oltre a riportare anche gli screzi con Ljajic, l'articolo su Sabado si concentra anche sulle dichiarazioni di Mihajlovic nei confronti di Melissa Satta ai tempi in cui il serbo allenava il Milan. E nella conclusione arriva anche il commento sull'allenatore... "Conosciuto come un ultra-nazionalista serbo, un giocatore violento e un personaggio controverso, Mihajlovic deve ancora dimostrare le sue qualità come tecnico". Insomma, se il buon giorno si vede dal mattino, quella in Portogallo non sarà una passeggiata per Sinisa...