Fair-Play-Sergio: Ramos…si congratula con Dier per il fallo nei suoi confronti

Sergio Ramos, uno dei migliori difensori del panorama europeo e mondiale, non è proprio un amante del gioco tenero. E quindi lo spagnolo…si è congratulato con Eric Dier per l’intervento assassino ai suoi danni!

di Redazione Il Posticipo

Spagna-Inghilterra? La Nations League ha regalato agli appassionati di calcio uno spettacolo vero. Tante stelle in campo, tanti goal e altrettanti scontri. La partita sembra ripercorrere la battaglia di Elisabetta I contro l’Invincibile Armada. Certo, a guidare gli spagnoli non c’è Filippo II ma Luis Enrique e, sebbene gli inglesi rispondano ancora ad una regina chiamata Elisabetta, sono guidati…dall’ammiraglio Gareth Southgate. Il risultato è lo stesso: l’Inghilterra vince uno scontro tanto duro quanto tattico. La durezza degli scontri è testimoniata dal tackle scomposto di Eric Dier nei confronti di Sergio Ramos, un intervento che ha fatto il giro del mondo sui social, quasi per celebrare, per una volta, che Ramos potesse essere la ‘vittima’ di un fallo.

UN PLAUSO E NON SOLO – Il centrocampista inglese si è reso attore di una partita encomiabile: ha difeso alla perfezione e si è proposto in avanti in più occasioni senza lasciare troppo spazio alle ripartenze avversarie. L’intervento in questione, quello su Ramos al 12′ gli è costato un cartellino giallo (anche contestato dal mediano) e gli ha portato tanta stima. E non solo da parte dei tifosi inglesi, ma anche…dal destinatario del fallo.

FAIR-PLAY – A quanto pare, il centrocampista della nazionale dei Tre Leoni ha dichiarato al Sun che Ramos non se l’è presa più di tanto per il contrasto, anzi, si è congratulato con lui. Insomma, è risaputo che il numero 4 dei Blancos non sia proprio il giocatore più tenero del mondo e forse il fatto di essere solitamente il protagonista di certi interventi rovinosi ha fatto sì che provasse…stima per il tackle di Dier. “Si è congratulato con me. La palla era lì per essere conquistata e pensavo che ce l’avrei fatta“.

RISPETTO – A riguardare l’azione ci si rende conto che il capitano del Real non ha neanche protestato più di tanto con l’arbitro e la cosa, conoscendolo, in tempo reale poteva segnalare qualche proposito di vendetta covata. Ma, grazie alle dichiarazioni del centrocampista inglese, si scopre che non è così. Dier continua e restituisce la stima: “Penso sia davvero importante rispettare i nostri avversari e Ramos è uno dei migliori di tutti i tempi, davvero. È importante rispettarli, ma allo stesso tempo, una volta iniziata la partita il motto è ognuno per sé e non dobbiamo tirare indietro la gamba ma lasciare il segno ed essere aggressivi“. Ed è forse questa aggressività, quasi ostentata da Dier, che gli ha fatto guadagnare la stima di tutta la Terra d’Albione e dello stesso Sergio Ramos. che, quasi per sdebitarsi, poi si è fatto ammonire e ha anche segnato (ma questa è un’altra storia).

Recupera Password

accettazione privacy