calcio

Fabregas attacca Conte: “Troppa disciplina, ingabbia i giocatori creativi”

Durante la partita tra Belgio e Panama lo spagnolo, che commenta il mondiale per la BBC, ha "approfittato" di una discussione su De Bruyne per lanciare un paio di frecciatine nei confronti di quello che, fino a prova contraria, è ancora il suo...

Redazione Il Posticipo

Cesc Fabregas non è stato convocato per il Mondiale, ma come molti altri colleghi in Russia c'è andato comunque. E ha scoperto un altro talento che potrebbe risultargli molto utile in futuro, perchè la sua presenza sulla BBC come commentatore e analista è parecchio apprezzata. Lo spagnolo sta regalando un po' della sua saggezza calcistica al pubblico inglese, ma sta anche dimostrando di non avere troppi peli sulla lingua. E durante la partita tra Belgio e Panama ha "approfittato" di una discussione su De Bruyne per lanciare un paio di frecciatine nei confronti di quello che, fino a prova contraria, è ancora il suo allenatore: Antonio Conte.

CREATIVITÁ - Il discorso nasce sullo spostamento di De Bruyne in mediana, una mossa che ha fatto le fortune del Manchester City, ma che non sembra avere gli stessi effetti sul Belgio. Una situazione in cui lo stesso Fabregas si è ritrovato con Conte, che ne ha arretrato il raggio d'azione allontanandolo dalla porta. Un qualcosa che allo spagnolo non è decisamente andato giù. "Non mi piace questa soluzione, perchè De Bruyne può dare così tanto nella trequarti avversaria che ritengo si tolga troppo alle sue possibilità. Deve essere troppo disciplinato, il che è esattamente quello che è successo a me negli ultimi due anni. Ti senti quasi ingabbiato in questa posizione, è come se l'allenatore dicesse al suo calciatore più creativo di non essere creativo". Con chi ce l'aveva Fabregas? Con Martinez? O più probabilmente con il tecnico italiano? La seconda opzione rende abbastanza chiaro che il centrocampista non si aspetta che il tecnico continui alla guida del Chelsea...

RAPPORTO ALTALENANTE -  Di certo, la sua situazione a Stamford Bridge nelle ultime due stagioni non è stata quella che lo spagnolo si aspettava, il che può aver contribuito alla sua esclusione da parte di Lopetegui dai 23 che si stanno giocando la Coppa in Russia. E il rapporto con Conte è stato altalenante durante i due anni di convivenza. Al punto che anche un altro commento di Fabregas, all'apparenza innocente, ha scatenato i tifosi del Chelsea. Parlando di tattica, lo spagnolo ha suggerito che alcuni tecnici non vogliono che i calciatori discutano le loro scelte. Apriti cielo, i supporter dei Blues hanno interpretato la cosa come un attacco a Conte, suggerendo addirittura che un problema simile abbia portato all'esclusione dei titolari di Fabregas e di Rudiger. Insomma, Conte è proprio come la nazionale italiana. Anche quando non c'è, non si può fare a meno di parlarne.