Fabinho, affondo su Neymar: “Mbappé vincerà il pallone d’Oro prima di lui. E Mané…”

Fabinho, affondo su Neymar: “Mbappé vincerà il pallone d’Oro prima di lui. E Mané…”

Il centrocampista del Liverpool Fabinho è uno di quei ‘calciatori riservati’ ma con le sue recenti dichiarazioni sul Pallone d’Oro, come si suol dire, non ha fatto prigionieri. Messi, Neymar, Mbappé e… Mané.

di Redazione Il Posticipo

Ci sono dei calciatori che parlano spesso ai media.  Il centrocampista del Liverpool Fabinho è uno dei ‘calciatori riservati’ ma con le sue recenti dichiarazioni, come si suol dire, non ha fatto prigionieri.

PALLLONE D’ORO – E per parlare di un argomento ‘poco’ ostico, con un’emittente francese come Téléfoot non poteva che toccare il tema Pallone d’Oro: “Mbappé vincerà il Pallone d’oro prima di Neymar. Mi piacerebbe accoglierlo al Liverpool”. Del resto, difficile trovare un calciatore che non vorrebbe Mbappé in squadra. Tra l’altro, il mediano del Liverpool, conosce molto bene il baby prodigio francese. visto che hanno giocato assieme nel Monaco. Stramo, però, che da brasiliano non abbia spalleggiato neanche un po’ Neymar che evidentemente, con i suoi atteggiamenti particolari in campo e fuori sembra essersi riservato delle antipatie.

PASSATO, PRESENTE E FUTURO – Ma Fabinho non parla solo delle prossime edizioni del Pallone d’Oro ma anche di quella passata. Sì, perché effettivamente c’è qualcosa che il centrocampista brasiliano non ha digerito. “Sadio Manè meritava il Pallone d’Oro quest’anno. È il miglior giocatore del Liverpool”. E anche in questo caso, anche se con un po’ di ritardo, Fabinho non è il primo a non aver capito i criteri di assegnazione del prestigioso premio individuale. In molti ci sono rimasti male ma… tant’è. Ecco, con le idee chiare sul passato, sul presente e anche sul futuro, la colonna di Anfield spera di poter rinforzare ulteriormente la propria squadra abbracciando o riabbracciando il vecchio amico Mbappé. Intanto si gode la permanenza. “Klopp è il miglior allenatore del mondo e il Liverpool è la squadra più forte. Saremo campioni. Non mi pento di non aver firmato per il PSG, anche se potrei tornare in un futuro a giocarci“. Magari anche al Real. “Non mi ha contattato ma mi sarebbe piaciuto molto giocarci“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy