Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Evra a sorpresa: “Il più forte nel mio United? La gente si aspetta sempre che io dica CR7, ma…”

Evra a sorpresa: “Il più forte nel mio United? La gente si aspetta sempre che io dica CR7, ma…”

Evra ha avuto la possibilità di scendere in campo con la maglia del Manchester United e una delle domande che gli pongono più spesso riguarda proprio i compagni di squadra dell'epoca. Ma il transalpino ha la risposta pronta: Ryan Giggs.

Redazione Il Posticipo

Essere un grande campione vuol dire giocare nella stessa squadra di calciatori dal livello sopraffino. E a volte in un club ce ne sono talmente tanti che è impossibile stabilire il migliore. Patrice Evra ha avuto la possibilità di scendere in campo con la maglia del Manchester United, una squadra che di talenti è sempre stata piena. E infatti una delle domande che gli pongono più spesso oltremanica riguarda proprio i compagni di squadra ai Red Devils. Ma siccome il francese non è mai un tipo prevedibile, la sua risposta lascia di stucco. Nelle sue dichiarazioni rilasciate a 433, l'ex terzino della Juventus spiega che la scelta, in fondo, è abbastanza semplice per quello che lo riguarda.

GIGGS - "La gente mi chiede sempre qual è il miglior calciatore con cui io abbia mai giocato al Manchester United e tutti si aspettano che io risponda Wayne Rooney o Cristiano Ronaldo. Ma io dico sempre Ryan Giggs, perchè a volte passava il pallone dove nessun altro lo avrebbe fatto. Mi ricordo che anche se perdeva una partitella durante gli allenamenti dava di matto, a volte gli allenamenti sembravano più importanti della partita vera e propria". Del resto, per essere uno dei leader della squadra di Sir Alex Ferguson, capace di arrabbiarsi per qualsiasi piccola cosa, bisognava aver metabolizzato il modo di vivere il calcio del tecnico. E Giggs sembra averlo fatto, almeno sul campo.

LITIGI - Evra ha apprezzato la presenza del gallese, anche se certe volte i rapporti non sono stati molto semplici... "Ho imparato tanto da lui, abbiamo giocato sulla fascia sinistra assieme, ma abbiamo anche discusso molto in campo, perchè io facevo sempre quelle pessime rimesse laterali in cui il pallone ti rimbalza davanti e quindi devi capire come lo farà. Lui era un calciatore dalla tecnica sopraffina, quindi mi urlava 'Patrice, mettimela sui piedi'. Ma poi dopo la partita ci chiedevamo scusa, perchè i momenti di campo erano sempre molto intensi". Insomma, Giggs meglio di Cristiano Ronaldo? Beh, considerando che allo United il portoghese non era ancora quello che sarebbe diventato al Real Madrid, la scelta di Evra non è poi così assurda...