Everton, l’ex direttore sportivo si sfoga: “Avevo chiuso per Håland” e poi aggiunge…

Dall’altra sponda di Liverpool hanno cominciato la stagione col piede sbagliato e in casa Everton piove sul bagnato: le rivelazioni dell’ex direttore sportivo Steve Walsh hanno fatto infuriare i tifosi

di Redazione Il Posticipo

L’Everton si lecca le ferite. E forse rimpiange qualche scelta presa in passato. I Toffees hanno gli stessi punti del Tottenham in Premier League, ma questo non significa che la stagione stia andando nel verso giusto. La squadra è a quota 14 dopo 12 giornate e ha solamente sei punti di vantaggio sulla zona calda della classifica. Quanto basta per irritare i tifosi che, dopo le dichiarazioni rilasciate dall’ex ds Steve Walsh al The Athletic,  potrebbero infuriarsi…

RIVELAZIONE – . L’ex direttore sportivo, lasciato l’incarico, si è tolto più di qualche sassolino dalle scarpe ai microfoni del The Athletic. Le sue dichiarazioni rischiano di generare un polverone: “Avevo proposto di acquistare Maguire e Robertson quando giocavano all’Hull City per 23,3 milioni, ma non sono stato preso in considerazione”. Walsh ha rivelato di aver monitorato anche altri giocatori che oggi fanno la fortuna di altre rivali in Premier. Credibile, visto che ha acquistato lui Kanté, Vardy e Mahrez ai tempi del Leicester.

COLPACCIO MANCATO – Walsh non è stato solo vicinissimo a stelle conclamate. A quanto pare, ha sfiorato un altro colpo importantissimo: “Avevamo chiuso con Håland e suo padre un accordo da 4,6 milioni”. Nell’estate 2018 però è arrivata la beffa.  Walsh ha perso il lavoro ed è stato rimpiazzato da Marcel Brands. Eppure non 2016-17 il club ha speso 86 milioni e gli investimenti hanno fruttato il settimo posto in Premier. Nel 2017-18 l’Everton ha aperto notevolmente i cordoni della borsa, spendendo qualcosa come  203,2 milioni. Il risultato è stato però peggiorativo rispetto alla precedente stagione. Dal settimo all’ottavo posto. Considerando l’andamento e ciò che, a detta dell’ex dirigente sarebbe potuto accadere, lecito pensare che fra i tifosi possa sorgere qualche rimpianto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy