Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Everton, Holgate racconta Ancelotti: “Ci ha chiesto se lo abbiamo mai visto giocare, ma noi siamo tutti giovani…”

Ancelotti è uno dei tre tecnici capaci di vincere tre Champions League. E uno così, quando entra in uno spogliatoio, è preceduto dal suo palmares. Nel caso di Re Carlo, poi, c'è anche il bonus, considerando che ha vinto anche da giocatore....

Redazione Il Posticipo

L'arrivo di Carlo Ancelotti all'Everton ha portato una ventata di ottimismo in casa Toffees, dopo stagioni altalenanti. Normale, visto che si parla di uno dei tre tecnici capaci di vincere tre Champions League (gli altri due sono Bob Paisley e Zinedine Zidane). E uno così, quando entra in uno spogliatoio, è preceduto dal suo palmares. Nel caso di Re Carlo, poi, c'è anche il bonus, considerando che ha vinto non solo da allenatore ma anche da giocatore, con tre scudetti e due Coppe dei Campioni, tanto per non farsi mancare nulla. Eppure questa parte della carriera di Carletto sembra essere...stata dimenticata.

GIOCATORE - A raccontarlo è Mason Holgate, difensore dell'Everton, che in un'intervista al Daily Mail ha commentato l'impatto di Ancelotti sul club di Liverpool. E soprattutto, ha spiegato che sì, da allenatore è famosissimo, ma che tra i suoi compagni la carriera in campo del suo tecnico è un po' un mistero. Anche perchè...sono tutti un po' troppo giovani per ricordarsela! "Carlo è una persona incredibile, le storie che racconta sono assurde. Qualche settimana fa nello spogliatoio ci ha chiesto 'qualcuno di voi mi ha visto giocare?'. Noi siamo una squadra abbastanza giovane, quindi siamo stati tutti zitti. Lui ha cominciato a ridere e ci ha raccontato qualcosina...".

ALLENATORE - Sia da calciatore che da allenatore, Ancelotti ha avuto l'occasione di lavorare con grandissimi difensori. E questo per Holgate è importante, visto che può carpire qualche segreto dal suo tecnico. "Vedo tutti i giocatori con cui ha lavorato nel mio ruolo. Ha avuto la possibilità di avere accanto i migliori ed ha sempre tirato fuori da loro il meglio. Quindi quando ti dice qualcosa, o quando fa qualcosa, sai benissimo che lo ha già fatto altre volte, che è tutta una questione di esperienza. E se ti dice qualcosa, tu sai che sarà quella giusta". Anche se nessuno l'ha visto giocare, dunque, la stima per Re Carlo non diminuisce per niente!