calcio

Europei 2022, Bartoli: “Non ci aspettavamo un inizio così complicato, ora diamo il massimo con il Belgio”

Europei 2022, Bartoli: “Non ci aspettavamo un inizio così complicato, ora diamo il massimo con il Belgio” - immagine 1
Il girone lascia tutto aperto, se le azzurre battono il Belgio e le islandesi non vincono contro le bleus l'approdo ai quarti è realtà.

Redazione Il Posticipo

L'Italia femminile, in teoria, è ancora padrona del proprio destino. Dopo la pesantissima sconfitta subita con la Francia, il pari con l'Islanda ha tenuto le azzurre in corsa. Il girone lascia tutto aperto, se le azzurre battono il Belgio e le islandesi non vincono contro le bleus l'approdo ai quarti è realtà. Elisa Bartoli, una delle "senatrici" azzurre, ne ha parlato in conferenza. Le sue parole sono riprese da Sky Sport. 

OBBLIGATE

La combinazione di risultati utili è possibile, considerato che la Francia gioca un girone a parte, ma l'Italia deve metterci finalmente del suo dopo una falsa partenza. "Contro il Belgio abbiamo solo un risultato. Bisogna vincere, sicuramente non ci aspettavamo un inizio così complicato, ma le aspettative sono quelle, occorre superare il girone. Non si può tornare in Italia uscendo al primo turno in questo girone. La Francia ci è superiore, inutile anche fare confronti. Abbiamo preso 5 gol forse sono un po' troppi, evidentemente abbiamo sbagliato partita. Per il resto, siamo superiori all'Islanda anche se il campo ha lasciato in eredità un pareggio e anche al Belgio.

Europei 2022, Bartoli: “Non ci aspettavamo un inizio così complicato, ora diamo il massimo con il Belgio” - immagine 1

PROSPETTIVE

Ostacolo Belgio non insormontabile anche se le ragazze della nazione mitteleuropea coltivano lo stesso sogno azzurro. Si tratta, di fatto, di uno spareggio. Fondamentale, secondo la Bartoli, remare tutte dalla stessa parte. "Il Belgio a mio avviso è più complicato dell'Islanda, è una squadra più compatta e con individualità più importanti. In ogni caso dobbiamo pensare prima a noi stesse. Non mi preoccupo dell'avversario ma di noi stesse. Occorre trovare compattezza. In difesa ho anche delle compagne di squadre, conoscerci aiuta ma è necessario compattarsi. Si deve lavorare insieme, trovare quella sintonia che è forse quanto è davvero mancato in queste ultime partite. Siamo un una situazione un po' complicata ma questo è lo stesso gruppo di ragazze che è riuscita a realizzare un piccolo miracolo all'ultimo mondiale. Prometto a tutti gli italiani che daremo il massimo. Proveremo a farli innamorare di noi come nel 2019".