Europa League, in Spagna…hanno paura di Orsato: “Fischia l’arbitro che ha ‘eliminato’ due volte il Siviglia dalla Champions”

Il quarto di finale tra Siviglia e Wolverhampton sarà diretto dal nostro Daniele Orsato. Una designazione importante che però ha causato qualche alzata di spalle in Spagna. Da quelle parti, soprattutto in Andalusia, con il fischietto tricolore non hanno decisamente ricordi positivi…

di Redazione Il Posticipo

Con l’eliminazione della Roma, la Serie A ha perso una delle due squadre che puntavano alla conquista dell’Europa League. Ora tocca all’Inter farsi valere, ma c’è anche qualche altro italiano che ha ancora il suo bel da fare nella competizione. Il quarto di finale tra Siviglia e Wolverhampton, quello che in caso di passaggio del turo avrebbero dovuto giocare i giallorossi di Fonseca, sarà diretto dal nostro Daniele Orsato, internazionale ormai dal dicembre 2009. Una designazione importante, dunque, che però ha causato qualche alzata di spalle in Spagna. Da quelle parti, soprattutto in Andalusia, con il fischietto tricolore non hanno decisamente ricordi positivi.

LEICESTER – E quindi AS può titolare: “Fischia Orsato, che ha ‘eliminato’ due volte il Siviglia in Champions”. Non proprio il modo migliore per mettere l’arbitro italiano a suo agio al momento di dirigere un match che ha il suo peso. I riferimenti sono alle stagioni 2016/17 e a quella successiva. Il primo match sotto i riflettori è quello tra la squadra allora allenata da Sampaoli e il Leicester, da poco orfano di Ranieri, esonerato dopo il trionfo della stagione precedente in Champions. All’andata gli spagnoli vincono 2-1, ma al ritorno vengono sconfitti per 2-0 dagli inglesi, che passano il turno. Orsato in quel caso mostra il secondo giallo a Nasri, già ammonito, dopo un battibecco con Vardy.

BAYERN – In Spagna però forse si dimenticano che pochi minuti dopo Orsato fischia giustamente un rigore a favore del Siviglia, sbagliato dal futuro romanista Nzonzi. Insomma, non proprio colpa dell’arbitro se i biancorossi non hanno passato il turno. E anche nella seconda “eliminazione” c’è polemica, ma dall’altro lato. L’1-2 casalingo subito dal Siviglia di Montella da parte del Bayern Monaco matura anche grazie alla rete di Sarabia, che porta in vantaggio gli spagnoli dopo un tocco con la mano giudicato non punibile dal fischietto italiano. Al ritorno, poi, gli andalusi non vanno oltre lo 0-0 all’Allianz. Dunque, una terminologia non proprio giustificata da parte della stampa spagnola. Ma si sa, quando c’è di mezzo un trofeo continentale, il fine giustifica i mezzi…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy