Eterno Sossio Aruta, a quasi cinquant’anni il Re Leone riparte dal Casalnuovo

Eterno Sossio Aruta, a quasi cinquant’anni il Re Leone riparte dal Casalnuovo

Pescara, Ascoli, Benevento, Cosenza. Ma anche Campioni e Uomini e Donne. Cos’hanno in comune molti club di calcio e altrettante trasmissioni televisive? Semplice, Sossio Aruta. Alla soglia dei cinquant’anni, il Re Leone non vuole saperne di smettere di ruggire. E si rimette in gioco nella Promozione campana.

di Redazione Il Posticipo

Pescara, Ascoli, Benevento, Cosenza. Ma anche Campioni e Uomini e Donne. Cos’hanno in comune molti club di calcio e altrettante trasmissioni televisive? Semplice, Sossio Aruta. E alla soglia dei cinquant’anni, il Re Leone non vuole saperne di smettere di ruggire. L’attaccante, divenuto una vera e propria personalità televisiva, ha deciso di mettersi di nuovo in gioco sul campo e ha firmato un accordo con il Casalnuovo. Ad annunciarlo è lo stesso calciatore, che lo comunica sul suo profilo Instagram. E parte così l’ennesima avventura nel pallone di Aruta, che ha scelto la Promozione campana per tornare a segnare come ha sempre fatto in carriera.

COMUNICATO – “Tutto vero: a quasi 50 anni ho iniziato una nuova avventura nel campionato di Promozione campano con la squadra Casalnuovo. Grazie al direttore Amata Emiliano inseguirò il sogno di arrivare a 400 goal in carriera. -20 sarà un’impresa… Incrocio le dita e spero in Dio. Non mollare mai”. La TV e i reality lo hanno reso ancora più celebre, ma lui in televisione ci è arrivato grazie al campo da calcio, quando era una delle stelle del Cervia di Ciccio Graziani. Due vite in una, tra campo e spettacolo. Soprannominato Re Leone, ha giocato con diverse squadre, segnando 380 gol tra professionisti e dilettanti. Poi il richiamo dei riflettori, da stella di Uomini e Donne e Temptation Island.

UOMO GOL – Il gol però Aruta ce l’ha nel sangue, così come la voglia di arrivare a 400 reti. Le sue marcature sono sparse dalla Serie B (l’esperienza a Pescara negli anni Novanta) ai campionati dilettantistici in giro per l’Italia. Senza dimenticare…un’esperienza all’estero, quella a San Marino, dove con il Tre Fiori ha vinto il campionato nazionale e si è permesso anche il lusso di esordire in Champions League nel 2010. Nelle ultime stagioni, Aruta ha sempre scelto di giocare con piccole realtà ed è alla maglia numero 27 in carriera. Una sorta di…Loco Abreu in salsa tricolore, con la piccola differenza che l’attaccante uruguaiano non è esattamente un personaggio televisivo. Cosa che invece si può decisamente sostenere del buon Sossio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy