Estonia, sostituzione da record: 13 secondi in campo per… aggirare le regole e perdere ugualmente

Fatta la legge, trovato l’inganno. In Estonia, poco sportivamente, funziona così…

di Redazione Il Posticipo

Tutto il mondo è paese. E fatta una legge, si trova… l’inganno. O, perlomeno, il modo di raggirarla. In Estonia, come riportato dal Guardian, si assiste a un caso più unico che rato. Un calciatore sostituito dopo appena tredici secondi di gioco.

STRATEGIA – Una istuazione al limite, quella della sfida fra il Levadia e il JK Nomme Kalju. Protagonista involontario della vicenda, Lauri Suup giovane calciatore che, per regolamento, doveva scendere in campo. Secondo e norme vigenti nel campionato locale, è obbligatoria la la presenza in campo dal 1′ di almeno due giocatori cresciuti nel settore giovanile. E per non violare la regola, il tecnico mette in campo il giovane del 2004, salvo procedere alla prima sostituzione dopo appena 13” di gioco.

FORZATURA – Una evidente forzatura che non è sfuggita al quotidiano inglese che ha immediatamente colto la palla al balzo per dare voce a un comportamento non esattamente sportivo. Il cambio era evidentemente concordato, considerando che sin dal fischio d’inizio a bordo campo era già pronto, con tanto di riscaldamento già effettuato,  Vladyslav Chomutov. Non a caso, non appena è iniziato il gioco, la squadra ha immediatamente cercato di far uscire il pallone dal rettangolo di gioco. “Impresa” riuscita abbastanza facilmente e proprio in prossimità della panchina. E così la partita del povero Suup va in archivio… ancora prima che riuscisse a toccare un pallone.

SCELTA – Dietro questa scelta, ci sarebbe una… ragion di Stato. La squadra ospite era già largamente rimaneggiata per via di alcuni giocatori risultati positivi al covid-19 dunque il tecnico ha evidentemente optato per l’esperienza. In campo già c’erano troppe riserve e non si poteva “rischiare” ulteriormente. In nome del risultato dunque, Suup lascia il campo ma la scelta non viene premiata: la partita finisce 2-1 per il Levadia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy