Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Estate 1989: quando Tapie stava per portare Maradona al Marsiglia…

(Photo by Simon Bruty/Allsport/Getty Images)

Il mondo del calcio piange Tapie, sempre sotto i riflettori e più volte anche nel mirino della giustizia, con intermezzi nella politica e persino nello spettacolo. E solo uno come lui poteva anche solo immaginare di...portare Maradona a Marsiglia!

Redazione Il Posticipo

Il mondo del calcio piange Bernard Tapie, uno dei presidenti più importanti della storia del calcio francese. Con lui, il calcio transalpino ha raggiunto uno dei suoi punti di apice. Il suo Marsiglia, che già in Ligue 1 era inarrestabile, nel 1993 riesce nell'imponderabile: vincere la Coppa dei Campioni, anzi, la prima edizione della neonata Champions League in finale contro il Milan di Berlusconi. Un onore che nessun altro club francese ha avuto. Come nessuno ha avuto un numero uno come Tapie, sempre sotto i riflettori e più volte anche nel mirino della giustizia, con intermezzi nella politica e persino nello spettacolo. E solo uno come lui poteva anche solo immaginare di...portare Maradona a Marsiglia.

IL GIOCATORE - Era il 1989 e il club francese era nel suo periodo di massimo splendore. Era il Marsiglia di Jean-Pierre Papin, Eric Cantona, Didier Deschamps. Insomma, una squadra straordinaria che vincerà il campionato e arriverà in semifinale di Coppa dei Campioni. In quell'estate, Tapie chiama il dirigente del club, il CT campione d'Europa 1984 Hidalgo, per chiedergli di portare a Marsiglia un giocatore. Anzi, il giocatore. "È semplice", spiegava lo stesso ex presidente scorso anno a Le Foot, "si cercava IL giocatore che facesse fare il salto di qualità all'OM. E a quel tempo, IL giocatore era Maradona". L'ex allenatore dei galletti si reca quindi a Napoli su un aereo privato pronto a d offrire un contratto monstre: 2 miliardi l'anno e villa sul mare.

PARTENZA - . Arriva a casa di Maradona. Per tutto il giorno è rimasto in attesa con il suo agente, l'intermediario Michel Basilevitch. Trattativa lunghissima. Maradona andava spesso da lui per chiedere se fosse tutto ok. Alla fine della serata, come riporta Le Parisien si sono seduti a parlare e Hidalgo era convinto di aver lasciato un uomo che pensava di venire in Francia. "Stava molto bene lì ma non aveva nulla a che fare con quello che avrebbe potuto avere a Marsiglia. Potremmo offrirgli quello che voleva. Mi aveva già chiesto se poteva avere una casa al mare, a Cassis, con palme. Aveva già deciso tutto". Il tutto, poi, arriva sui media ed è proprio per questo, secondo Tapie, che l'affare sarebbe saltato. L'OM ripiegò su Waddle, Tigana e Francescoli: comunque un gran bell'accontentarsi.