Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Esposito e gli altri: un sogno di mezza estate…

MILAN, ITALY - SEPTEMBER 19:  Sebastiano Esposito of FC Internazionale celebrates after scoring the opening goal during the Primavera 1 match between FC Internazionale U19 and UC Sampdoria U19 at Stadio Breda on September 19, 2020 in Milan, Italy.  (Photo by Emilio Andreoli - Inter/Inter via Getty Images)

Sebastiano Esposito era stato il "golden boy" di una estate nerazzurra....

Redazione Il Posticipo

ESPOSITO

MILAN, ITALY - SEPTEMBER 19:  Sebastiano Esposito of FC Internazionale celebrates after scoring the opening goal during the Primavera 1 match between FC Internazionale U19 and UC Sampdoria U19 at Stadio Breda on September 19, 2020 in Milan, Italy.  (Photo by Emilio Andreoli - Inter/Inter via Getty Images)
—  

Una estate indimenticabile. Sebastiano Esposito si era ritagliato spazio e considerazione nell'Inter di Antonio Conte. Non è facile entrare nelle grazie di un tecnico esigente come quello nerazzurro e la presenza costante fra i titolari, in questo senso è una indubbia garanzia. Poi il prestito e le prime difficoltà. Alla Spal, non è andatsa come l'Inter e in Emilia speravano. E l'Inter lo ha mandato al Basilea. Resta solo da capire se il ragazzo ha ballato solo in una stagione da raccontare agli amici. In questo senso gli esempi non mancano: c'è chi ha continuato a ballare e chi invece ha dovuto fare i conti con l'inverno.

CLEMENZA

 ALESSANDRIA, ITALY - DECEMBER 08: Luca Clemenza of Juventus during the Serie C match between Juventus U23 and Carrarese at Stadio Giuseppe Moccagatta on December 8, 2019 in Alessandria, Italy. (Photo by Filippo Alfero - Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)
—  

Un gol alla Cristiano Ronaldo. Clemenza, giovane bianconero, si presenta così alla Juventus: Allegri lo aveva già, per certi versi, promosso. Battezzato come giocatore di calcio ma non come campione. Più che Clemenza, pero, serviva anche... calma. I giudizi anche in questo caso si sono rivelati, per il momento, affrettati: all'Ascoli ha trovato poco spazio e poi è passato in prestito al Padova, Pescara e Sion.

CUTRONE

 GUANGZHOU, CHINA - JULY 18: Patrick Cutrone of AC Milan reacts during the 2017 International Champions Cup football match between AC milan and Borussia Dortmund at University Town Sports Centre Stadium on July 18, 2017 in Guangzhou, China. (Photo by Lintao Zhang/Getty Images)
—  

Nel 2017, più o meno di questi tempi, il giovane Cutrone stupiva tutti entrando e segnando. Montella gli dava fiducia e lui ripagava. Succede in ICC, riaccade in Europa League e anche in Campionato. Quanto basta per dire che è nata una stella? Di certo il calciatore promette tantissimo. Alla sua prima stagione in serie A è andato in doppia cifra. Atteso alla controprova sta incontrando più di qualche difficoltà.

PORTILLO

 FLORENCE, ITALY - DECEMBER 19: Fiorentina's Javier Portillo celebrates after scoring against Chievo Verona, during the Italian Serie A match between Fiorentina and Chievo Verona at the Stadio Artemio Franchi on December 19, 2004, in Florence, Italy. (Photo by New Press/Getty Images)
—  

Un altro predestinato che invece si è rilevato una meteora. Portillo è identificato da tutti come l’erede di Raul. Il ragazzo non trova spazio nei galacticos che credono nelle sue possibilità e lo girano in prestito a Firenze. Nella viola segna a raffica in precampionato e anche gli esordi in Coppa Italia sono incoraggianti. Il Real lo richiama a gennaio, lui non dice di no e sbaglia. La sua carriera si incanala rapidamente verso l’anonimato.

NICO LOPEZ

 ROME, ITALY - AUGUST 19: Nico Lopez of Roma and Dimitris Aslanidis of Aris Thessaloniki in action during the pre-season friendly match between AS Roma and Aris Thessaloniki FC at Olimpico Stadium on August 19, 2012 in Rome, Italy. (Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)
—  

Il “conejo”. La Roma di Zeman se lo coccola e il boemo, uno che i giovani li fa giocare, gli concede subito delle chance. Prese al volo. Nico Lopez segna  tutta l'estate e anche all’esordio in campionato contro il Catania, poi però si perde per strada. Prima Udine, poi Verona, quindi il ritorno in Brasile abbastanza anonimo. Prometteva anche lui grandi cose, ma si sa l'estate, a volte, scrive campione sulla sabbia.

MANNARI

—  

Il simbolo delle giovani promesse a volte non mantenute è Mannari, chiamato affettuosamente Lupetto. Classe 1969, nell’estate del 1988 si prende le prime pagine di tutti i giornali per un grandissimo gol al Santiago Bernabeu dopo aver superato un terribile infortunio a tibia e perone. All’epoca, una frattura del genere segna una carriera: e infatti quella di Mannari non decollò come avrebbe dovuto.

VENTOLA

 17 Mar 1999: Nicola Ventola of Inter Milan celebrates his goal against Manchester United in the UEFA Champions League quarter-final second leg match at the San Siro in Milan, Italy. United went through 3-1 on aggregate after a 1-1 draw on the night. Mandatory Credit: Stu Forster /Allsport
—  

Un altro talento precoce : Nicola Ventola è una promessa del Bari e l’Inter ci crede investendoci su qualcosa come 40 miliardi. A 20 anni nella prima di campionato a Cagliari riesce a raddrizzare la partita. Due gol, uno in semirovesciata, in 45’. Sembra l’inizio di una favola, è solo un’appendice di calcio estivo. Il ragazzo non manterrà le promesse e pur costruendosi un’onesta carriera non sarà mai un campione.