Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Espirito Santo, solo dieci partite in panchina: c’è però chi in Premier ha fatto… peggio

Espirito Santo, solo dieci partite in panchina: c’è però chi in Premier ha fatto… peggio - immagine 1

Espirito Santo lascia il posto a Conte. Quasi un interregno, il suo, ma nella storia della Premier c'è chi ha fatto... di meglio. 

Redazione Il Posticipo

ESPIRITO SANTO

Espirito Santo, solo dieci partite in panchina: c’è però chi in Premier ha fatto… peggio- immagine 2
—  

Il Tottenham cambia allenatore. Espirito Santo lascia il posto a Conte. L'esperienza del tecnico portoghese , 47 anni,  è durata appena dieci partite di campionato. Dopo un'ottima partenza, gli spurs si sono avvicinati più alla bassa classifica costringendo la dirigenza a sollevarlo dall'incarico. Quasi un interregno, il suo, ma nella storia della Premier c'è chi ha fatto... di meglio.

120 GIORNI

Espirito Santo, solo dieci partite in panchina: c’è però chi in Premier ha fatto… peggio- immagine 3
—  

Pepe Mel ex allenatore del WBA ha mantenuto la sua posizione dal 9 gennaio al 12 maggio. 120 giorni per essere sollevato dall'incarico. Durante la sua permanenza in panchina, ha licenziato Nicolas Anelka, mentre Saido Berahino e James Morrison hanno avuto un'accesa rissa nello spogliatoio. Curriculum trascurabile: tre vittorie in 17 partite, troppo poco per sperare di restare alla guida della squadra.

107 GIORNI

Espirito Santo, solo dieci partite in panchina: c’è però chi in Premier ha fatto… peggio- immagine 4
—  

Nel 2004, Wigley è stata una scelta a sorpresa per sostituire Paul Sturrock come allenatore del Southampton. Accolto con grande entusiasmo dai tifosi, che erano anche contrari a un possibile ritorno di Glenn Hoddle al club, ha fatto rapidamente cambiare idea a fan e dirigenti dei Saints. Del resto giocare 14 partite e ottenere una sola vittoria è davvero difficile da sopportare.

106 GIORNI

Espirito Santo, solo dieci partite in panchina: c’è però chi in Premier ha fatto… peggio- immagine 5
—  

Dopo il miracolo del titolo di Leicester, il ritorno di Ranieri oltremanica non è stato indimenticabile. Sir Claudio, prima di allenare il Watord, era tornato nel 2019 alla guida del Fulham ma ha totalizzato  solo tre vittorie nelle sue 16 partite, non è stato in grado di risollevare i Cottagers in caduta. Esperienza caratterizzata da diversi problemi fra Kamara e  Mitrovic.

 98 GIORNI

Espirito Santo, solo dieci partite in panchina: c’è però chi in Premier ha fatto… peggio- immagine 6
—  

Colin Todd, durante la stagione 2001-02, è stato chiamato per sostituire il leggendario capo del Derby Jim Smith con il club che si trovava al 19° posto in campionato. Le cose non sono migliorare anche perché non ha avuto alcun supporto finanziario per rinforzare. A condannarlo all' esonero, dopo appena 98 giorni, una sconfitta in FA Cup contro il Bristol City di quarta divisione.

77 GIORNI 

Espirito Santo, solo dieci partite in panchina: c’è però chi in Premier ha fatto… peggio- immagine 7
—  

Fra i suoi vari record negativi, Frank De Boer ha anche una delle più breve permanenze della storia della Premier. Appena 77 giorni sulla panchina del Crystal Palace. E così dopo il fallimento all'Inter, dove era durato 85 giorni, l'allenatore olandese non riesce a imporsi neanche oltremanica riuscendo però a migliorarsi. Quattro partite, altrettante vittorie, tutte senza segnare.

75 GIORNI

Espirito Santo, solo dieci partite in panchina: c’è però chi in Premier ha fatto… peggio- immagine 8
—  

All'inizio della sua carriera era considerato come il potenziale delfino di Sir Alex Ferguson ma Meulensteen ha clamorosamente mancato le attese. Ha avuto la sua opportunità con Brondby, prima, ma è stato un disastro. Non è migliorato al Fulham nel 2013, quando la sua esperienza è stata caratterizzata da appena 13 partite prima del benservito.

 41 GIORNI

Espirito Santo, solo dieci partite in panchina: c’è però chi in Premier ha fatto… peggio - immagine 1
—  

Il record è di Les Reeds. Ironia della sorte, l'allenatore ha scritto il manuale "The Official FA Guide to Basic Team Coaching" prima di assumere il ruolo di capo del Charlton nel 2006. In sole sei settimane, gli Addicks sono stati battuti dal Wycombe in coppa e hanno vinto una volta in campionato. Il suo comportamento cupo gli è valso anche il soprannome di "Les Miserables". Esonerato alla vigilia di Natale.